Droni, arriva il cannone laser per abbatterli. Primi impieghi negli aeroporti?

Droni, arriva il cannone laser per abbatterli. Primi impieghi negli aeroporti?

Fate attenzione a dove fate volare il vostro drone. Potreste ritrovarvi in un attimo in mano un mucchietto di cenere carbonizzata. Boeing infatti ha sviluppato e presentato nei giorni scorsi un’arma laser di ultima generazione che “incenerisce” i droni con un raggio laser ad alta intensità. La compagnia aerospaziale ha testato pubblicamente nel New Mexico nei giorni scorsi questo dispositivo, uno scatolotto bianco che assomiglia più a un autovelox che ad una torretta spaziale di Star Wars. Ma funziona benissimo: inquadra e abbatte i droni in zone vietate o limitate in pochissimi secondi.

Ne parla quest’oggi nella sua edizione americana la rivista WIRED, spiegando  come l’arma sia riservata a enti e istituzioni che devono proteggere i propri limiti, rendendo impossibile volare nelle vicinanze ai droni che non devono vedere o fotografare luoghi nevralgigi, oppure scaricare oggetti, come accaduto poco tempo fa in una prigione americana, dove un drone è stato abbattuto mentre stava cercando di far cadere all’interno del penitenziario droga da stupro e una pistola.

Oggi i problemi causati dai droni sono molteplici. Voli non autorizzati in aree sensibili, volo in prossimità di incendi (che bloccano il lavoro dei soccorritori) ed anche “spiate” dentro l’Eliseo o dentro la Casa Bianca sono solo alcuni dei casi più noti di “ficcanaso” volanti trovati, bloccati o abbattuti dalla Polizia di tutto il mondo.

Nell’Idaho è già stata creata un’arma, una mitragliatrice anti droni. Ma la prospettiva che si possano diffondere troppi velivoli e che siano abbattuti con pallottole (sempre a rischio di mancare l’obiettivo) non dev’essere piaciuto a uno dei giganti dell’aria più importanti del mondo. Così Boeing ha creato il suo progetto, ideato per  “uccidere” il drone con precisione chirurgica. In questo modo l’arma potrà essere usata anche in prossimità di aeroporti, ospedali o penitenziari. Garantendo al massimo la sicurezza delle persone e evitando che i ficcanaso guardino dove non devono.

 

 

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X