Il ricovero di un grande obeso in Arabia Saudita richiede una complessa operazione

Il ricovero di un grande obeso in Arabia Saudita richiede una complessa operazione

Una complessa operazione “multiforze” per trasferire in ospedale un uomo di 610 kg di peso. In Arabia Saudita Khalid Mohsin Shaeri è stato liberato da casa sua a Jazan dopo due anni e mezzo di reclusione forzata, per sottoporsi a un intervento di bendaggio gastrico. Per fare uscire l’uomo dal suo appartamento è stato necessario abbattere una parete esterna e usare un carrello elevatore per caricarlo in ambulanza.

Imponente il numero di uomini impiegati. Operazione analoga in aeroporto: il ragazzo è stato issato su un aereo cargo dell’esercito saudita con destinazione Ryhad. L’obesità, soprattutto quella giovanile, sta diventando un grave problema per l’Arabia Saudita: secondo dati Onu, oltre il 35% della popolazione è obesa, con punte del 40% in Kuwait.

 

http://youtu.be/KZGbqhDKo9w

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X