S.O.S. soccorritori e “soccorsi”. La St. John Ambulance è a caccia di storie di vita vissuta

S.O.S. soccorritori e “soccorsi”. La St. John Ambulance è a caccia di storie di vita vissuta

Un’iniziativa curiosa, ancora una volta da parte della St. John Ambulance, storica associazione di soccorso inglese con propaggini in ogni angolo del pianeta e molto attiva nelle operazioni di promozione del primo soccorso esteso a tutta la cittadinanza.

In questa ottica, Graham Henry, direttore commerciale della sezione regionale training della St. John, ha valutato che ogni anno nelle sole zone dello Yorkshire e dello Humber centinaia di persone frequentano i corsi di primo soccorso. Sono in tanti ad avere vissuto esperienze di salvataggio e aiuto sia come soccorritori sia come soccorsi, perché coinvolte in incidenti su strada o in altre situazioni di pericolo.

Ha immaginato che potesse avere un senso raccontare queste storie, proprio perché vissute in prima persona.

Ogni cittadino viene quindi chiamato a descrivere la propria esperienza affinché nel tempo possa contribuire a comporre un racconto del soccorso nella propria comunità, sensibilizzando altri concittadini a frequentare i corsi.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X