Un ologramma permetterà  al soccorritore di vedere oltre il fuoco

Un ologramma permetterà  al soccorritore di vedere oltre il fuoco

L’Istituto Nazionale di ottica di Firenze e il Cnr di Napoli insieme hanno condotto una ricerca che per il mondo dell’emergency potrebbe davvero portare a risultati strabilianti. Secondo infatti  Eugenio Pugliese uno dei ricercatori fiorentini, d’ora in avanti saranno percettibili all’occhio umano i movimenti delle persone dietro ai ‘muri’ di fiamme, tipici soprattutto negli incendi di grande portata.

Sempre Pugliese ha aggiunto in merito all’eccezionale scoperta

L’olografia digitale permette di ricostruire numericamente l’immagine di un oggetto a partire da una figura d’interferenza, detta ologramma, registrata su un supporto digitale con l’impiego di un fascio laser. Mentre con un fascio laser visibile questa tecnica permette di ottenere ologrammi di oggetti di piccole dimensioni, l’utilizzo di un laser nell’infrarosso rende possibile la visualizzazione di oggetti a dimensione umana in movimento

In ogni caso passi avanti sono già stati fatti in passato, basti pensare che comunque è possibile vedere anche abbastanza nitidamente con appositi sensori oltre dense nubi di fumo anche in condizioni di forte oscurità. Non si è mai invece riuscito a dare all’occhio umano una percezione sufficientemente adeguata invece per quanto accade ‘al di là delle fiamme’. Con le termocamere adesso in uso infatti, questo non sarebbe possibile, l’immagine stessa delle fiamme saturerebbe il sensore non consentendo dunque la visione delle figure, questa volta letteralmente, ‘oltre il fuoco’.

Secondo Pietro Ferraro, il responsabile della ricerca, il dispositivo sarebbe ancora un prototipo che va testato con estrema cura, anche se i primi test sono davvero incoraggianti e che in un futuro non tanto prossimo l’apparecchio potrebbe essere utilissimo a centri di analisi remota che potrebbero dare quelli informazioni ai soccorritori e ai Vigili del Fuoco davvero preziosissime soprattutto in situazioni di grande emergenza specialmente in tutti quei luoghi il cui rischio incendi è davvero alto.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X