Alluvione di Firenze, chi c’era e l’ha vissuta racconta l’esperienza che ha cambiato il soccorso in Italia

Alluvione di Firenze, chi c’era e l’ha vissuta racconta l’esperienza che ha cambiato il soccorso in Italia

Alluvione di Firenze, ecco il bellissimo video di Anpas Toscana per ricordare e onorare quegli Angeli del Fango, i primi che si ricordino e che hanno dato il via a quella lunga storia che è la Protezione Civile in Italia, come la intendiamo oggi. Alluvioni e terremoti hanno segnato le nostre esperienze e forgiato la forza del sistema che oggi può affrontare con determinazioni devastazioni drammatiche come quelle che stanno colpendo il Centro Italia con i sisma di Amatrice e Norcia. Dal 1966 ad oggi tante cose sono cambiate, ma non la voglia di far riemergere dal dolore e dalla distruzione quanto di più bello c’è in Italia.

Rolando Noferini è Autista della Pubblica Assistenza Fratellanza Militare di Firenze. Volontario dal 9 maggio 1959. Tessera socio numero 264. Matricola numero 600

“Sono andato a prendere le persone in casa. C’era tanto fango e non avendo la sede eravamo nei locali della prefettura. Si passava le notti li a sedere. I camici, lenzuoli, erano andati tutti perduti: l’unico segno di riconoscimento che c’era rimasto per farci riconoscere era solo la fascia col nome. Giorgio riuscì a portare in salvo l’ambulanza facendo salire i gradini della chiesa di Santa Maria Novella fino al pari dell’altare e la salvò. Poi quando è stata riaperta la sede siamo dovuti andare all’ultimo piano”.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X