Anche in Lombardia è emergenza Pronto Soccorso. La Cgil: “Manca il territorio”

VARESE – Solo il sole ha salvato il Pronto Soccorso varesino, dopo che per 10 giorni si è registrato il tutto esaurito con 70 barelle occupate. Gli accessi – complice un’allentamento della morsa influenzale – si sono stabilizzati, secondo quando riporta Varese News – ma l’allerta rimane alta. Giovedì scorso 43 barelle erano dislocate lungo tutti i corridoi del Pronto Soccorso. Venerdì pomeriggio – quasi 24 ore dopo – le persone sistemate provvisoriamente erano 26.

La calca nei reparti di Pronto Soccorso italiani sta facendo vivere un periodi di superlavoro infinito a medici e infermieri. Complice l’influenza che mette in difficoltà respiratoria molti anziani la situazione sta degenerando e anche i sistemi sanitari più avanzati – come quello lombardo – fanno fatica a stare al passo. Anche perché in molti casi – come quello varesino – il piano di emergenza messo a punto dall’azienda sanitaria locale non è ancora entrato in azione. In settimana, però – riporta sempre Varese News – si potrebbe raggiungere il picco dell’influenza e l’eventuale super afflusso porterebbe a bloccare l’attività elettiva ( cioè programmata) di chirurgia. Il problema non è di facile soluzione: “Se anche aprissero nuovi posti letto, non basterebbero – commenta Cinzia Bianchi delegata sindacale RSU della Cgil – Il problema è che manca il territorio. La rete formata dai medici di medicina generale e dalla guardia medica non è sufficiente. Arrivano tutti in pronto soccorso: e sono casi difficili, che vanno gestiti e, quindi, ricoverati. È ora che la questione venga veramente affrontata a livello territoriale altrimenti in pronto soccorso l’emergenza posti letto ci sarà sempre”.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X