Anche risparmiando puoi aiutare i terremotati: I social bond di UBI Banca per le Misericordie d’Italia

Anche risparmiando puoi aiutare i terremotati: I social bond di UBI Banca per le Misericordie d’Italia

UBI Banca emette il Social Bond “UBI Comunità per Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia” e contribuisce alla costruzione di una nuova scuola antisismica ad Acquasanta Terme, comune colpito dal terremoto del 24 agosto. Lo 0,50% del valore nominale delle obbligazioni andrà a beneficio del progetto di realizzazione di una nuova scuola per i bambini di Acquasanta Terme, edificata con tecniche antisismiche e ad alta efficienza energetica. L’ultimazione dei lavori è prevista per la fine di novembre.

 

Milano, 15 novembre 2016 – UBI Banca annuncia l’emissione del prestito obbligazionario solidale per un ammontare complessivo di 40 milioni di euro “UBI Comunità per Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia”. L’emissione è legata alla costruzione, già in corso,  del nuovo edificio che ad Acquasanta Terme (AP) servirà da scuola dell’infanzia e scuola primaria e che una volta ultimato sarà grado di ospitare fino a 140 bambini. L’area su cui sta sorgendo, individuata su indicazione congiunta della Protezione Civile e del Comune, col consenso del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha una superficie complessiva di 800 mq.

Per la realizzazione del progetto UBI Banca, Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia e il Comune di Acquasanta Terme, in coordinamento il Ministero dell’Istruzione, hanno siglato uno specifico accordo che prevede che, al termine dei lavori, la scuola sarà consegnata al Comune di Acquasanta che ne diventerà il proprietario.

Il contributo complessivamente devoluto da UBI Banca alla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia a titolo di liberalità può arrivare fino a 200.000 euro in caso di sottoscrizione dell’intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto dell’offerta.

Le obbligazioni, emesse da UBI Banca, hanno taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 3 anni, cedola semestrale, tasso annuo lordo pari al 0,30% il primo anno, 0,45% il secondo anno e 0,60% il terzo anno. Possono essere sottoscritte dal 15 novembre 2016 al 7 dicembre 2016, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta.

 

L’offerta è collocata presso le filiali di Banca Popolare di Bergamo, Banco di Brescia, Banca Popolare Commercio e Industria, Banca Regionale Europea, Banca Popolare di Ancona, Banca Carime, Banca di Valle Camonica, IWBank Private Investment e UBI Banca.

 

“Grazie all’impegno profuso da tutti i soggetti coinvolti otterremo in breve tempo un risultato concreto per le insegnanti, i bambini e tutta la comunità di Acquasanta Terme – ha affermato Letizia Moratti, Presidente del Consiglio di Gestione di UBI Banca – e lo strumento  del Social Bond, come già successo in molte occasioni, permetterà alla nostra clientela di affiancarsi all’impegno diretto da parte del nostro Gruppo nel contribuire alla realizzazione del progetto”.

 

IMG-20161113-WA0009_resized_20161114_101809796“Quella di Acquasanta è una delle tre scuole che abbiamo realizzato nei territori colpiti dal sisma – ha affermato Alberto Corsinovi Consigliere di Presidenza della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia con delega alle Emergenze – ed è una ulteriore dimostrazione della grande capacità di innovazione del nostro movimento. Abbiamo iniziato a svolgere funzioni nuove che hanno dato un contributo ancor più concreto all’interno di questa terribile emergenza. Abbiamo portato avanti con forza e disponibilità il nostro ruolo di servizio ed assistenza alla popolazione, ma abbiamo anche contribuito alla velocizzazione dei processi di ricostruzione di strutture pubbliche con la trasparenza che da sempre ci contraddistingue. Il più grande ringraziamento va sempre e comunque alle centinaia di volontari provenienti da tutta Italia che hanno sostenuto con grande forza le popolazioni, sia con la loro presenza che con la raccolta di aiuti economici e di materiali”.

 

Da aprile 2012 a novembre  2016 il Gruppo UBI Banca ha emesso 80 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore  complessivo di oltre 831milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di  liberalità per oltre 4 milioni di euro volti a sostenere iniziative di interesse sociale e sono stati sottoscritti da circa 30.000 clienti del Gruppo UBI.  Inoltre sono stati attivati plafond per finanziamenti per oltre 20 milioni di euro destinati a consorzi, imprese e cooperative sociali.

 

Le obbligazioni non sono destinate alla quotazione in nessun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione: saranno negoziate dai collocatori in contropartita diretta nell’ambito del servizio di negoziazione per conto proprio ai sensi dell’art. 1, comma 5, lettera a) del D.Lgs. 58/1998 (TUF). Per una più dettagliata informativa circa le condizioni, i costi e rischi che comporta l’investimento si rinvia alle Condizioni Definitive e alla Nota di Sintesi, ed in particolare alla sezione “Fattori di Rischio”, relative all’emissione.

 

L’offerta di obbligazioni UBI Banca è riservata a chi apporta nuova disponibilità presso i collocatori dal 15 novembre 2016 al 7 dicembre 2016, salvo la facoltà dell’Emittente di chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta. Prima dell’adesione e per una più dettagliata informativa circa le caratteristiche, le condizioni, i costi e rischi che comporta l’investimento si invita a leggere il Prospetto di base e il Documento di Registrazione nonché le Condizioni Definitive e la Nota di Sintesi, ed in particolare la sezione “Fattori di Rischio”, relativa all’emissione. In particolare, si segnala che le obbligazioni in oggetto potrebbero subire una riduzione (fino al 100% del loro valore) o una conversione in uno strumento di capitale dell’emittente (esempio in azioni) o una riduzione degli interessi o una sospensione per un periodo transitorio del pagamento degli interessi, anche per effetto dell’applicazione del bail-in e, più in generale, di una procedura di risoluzione delle crisi bancarie ai sensi della vigente normativa in materia di risoluzione delle crisi bancarie. Il Prospetto di base depositato presso Consob in data 16 dicembre 2015 a seguito di approvazione comunicata dalla Consob con nota n.0093595/15 del 9 dicembre 2015, ed i relativi Supplementi e le Condizioni Definitive relative all’emissione sono disponibili gratuitamente nelle filiali e sul sito web dell’Emittente (www.ubibanca.com) e dei collocatori.

 

UBI Banca è in Italia il terzo Gruppo bancario commerciale per capitalizzazione di Borsa, con una quota di mercato superiore al 5%, circa 1.531 sportelli che assicurano la presenza nelle aree a maggiore attività economica del Paese, ed oltre 17.500 dipendenti. UBI Banca è quotata alla Borsa di Milano ed inclusa nell’indice FTSE/MIB.

UBI Comunità è un innovativo modello di servizio, dedicato a organizzazioni non profit e istituzioni religiose, che si propone di offrire risposte tempestive ed efficaci alle esigenze del non profit attraverso prodotti appositamente pensati per dare sostegno bancario e creditizio per la gestione quotidiana dell’attività, la progettualità e gli investimenti.

 

Le Misericordie sono la più antica forma di volontariato sorta nel mondo, nate nel 1244 a Firenze, “per onorare Dio con opere di Misericordia verso il prossimo”. Oggi le Confraternite di Misericordia sono 689, con oltre 700 sedi, diffuse su tutto il territorio nazionale ma con presenze più forti al centro e al sud, e raccolgono circa 670 mila confratelli. Di questi un quinto è impegnato attivamente nei servizi assicurati grazie anche a 2.500 ambulanze e oltre 1.000 mezzi speciali. Molteplici i campi in cui operano, dai servizi di emergenza medica ai trasporti sanitari, dalla donazione di sangue ed organi alle onoranze funebri, ai servizi sociali e di assistenza per disabili, anziani e portatori di handicap. Le Misericordie sono attive anche sul fronte della protezione civile e con interventi a livello internazionale. Le Confraternite sono riunite in una Confederazione Nazionale, fondata a Pistoia nel 1899, che da voce all’intero movimento e offre alle singole Misericordie un’ampia serie di servizi e consulenze.

 

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X