Barcone della morte, da Augusta a Milano per non dimenticare!

Barcone della morte, da Augusta a Milano per non dimenticare!

Relitto dei migranti in piazza Duomo, “Simbolo straordinario per non dimenticare”

In occasione della visita del Papa, l’idea del regista premio oscar Alejandro Iñárritu è quella di portare a Milano,  il “barcone della morte”. L’idea di trasportarlo qui è perché non sia dimenticato; ma diventi una tappa culturale, non solo un relitto.

Grazie alla collaborazione dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati e del sindaco di Milano Beppe Sala, Iñárritu vorrebbe fare arrivare a Milano per il 24 marzo in piazza Duomo, lì dove Papa Francesco dirà messa, il peschereccio affondato nell’aprile 2015 al largo della Libia, portando sul fondo del mare almeno 700 migranti.

Il sindaco aveva già guardato con interesse a un possibile arrivo del relitto in città, immaginando anche un museo interattivo dedicato ai migranti. Sala infatti dice che l’idea è meritoria: “Potrebbe essere un segno importante per la città”. Ma sulla fattibilità non vuole spingersi troppo avanti poiché il nodo rimane quello dei costi.

Dalla Diocesi milanese, che sta organizzando la visita del Papa, fanno sapere che “si sta cercando di capire il progetto, a cui guardiamo con simpatia e interesse”. Perché, è il senso della riflessione che si fa in Arcivescovado, “in una città che si sforza di accogliere i migranti, un simile memoriale sarebbe un monito per tutti gli altri a vivere lo stesso impegno, e alla nostra città a continuare”.

Fonte

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X