La storia del sub pescato dal Canadair: questo articolo è per i curiosi

La storia del sub pescato dal Canadair: questo articolo è per i curiosi

Non ci soffermiamo neanche una riga a spiegare che l’articolo del fantomatico Sky24Ore è una bufala. Piuttosto se siete curiosi di sapere come fa un Canadair a pescare così tanta acqua in così poco tempo da dei buchi così piccoli, leggete questo articolo.

La bufala del sub carbonizzato nella pineta è ormai un evergreen di tutte le estati. Pur essendo una bufala e quindi un articolo che andrebbe ignorato, cerchiamo di spiegare il funzionamento del pescaggio da parte degli straordinari velivoli Canadair CL415, un aereo in dotazione a Protezione Civile e Vigili del Fuoco che può operare rapidamente in ogni condizione meteo e con grandi qualità tecniche, che tanti altri velivoli invidiano.

A “sfatare il mito” con una semplice fotografia è il gruppo volo Canadair su Facebook. Questo gruppo fondato nel 2010 è l’associazione professionale cui appartengono i circa 100 piloti civili italiani in attività corrente sugli aeromobili Bombardier CL-415 e CL-215.L’associazione è nata per rappresentare, promuovere, tutelare e sviluppare gli interessi professionali, etici, tecnici ed economici degli appartenenti alla categoria dei piloti di Canadair di nazionalità italiana, professionisti apprezzati in tutta Europa per le loro capacità.

Come fa il Canadair a caricare l’acqua?
pescaggio-acquaL’acqua nel Canadair viene caricata dinamicamente. Questo significa che il caricamento avviene in corsa, strisciando il fondo del velivolo sulla superficie dell’acqua. Quando il velivolo carica, si aprono due bocchette (probes) di forma quadrata della dimensione di circa 15cm.Si può paragonare ad una piccola scatola per scarpe, con dentro una griglia reticolata. L’obiettivo della griglia è evitare che nel circuito entrino detriti (tipo pezzi di legno) che poi possono ostruire o addirittura bloccare l’apertura dello scarico, e danneggino gli impianti. “La vedo dura – commenta il gruppo – far passare un animale o un essere umano in un reticolo di 5 centimetri”.

A questa semplice e rapida spiegazione fa eco uno degli iscritti, Gianfranco, che spiega con matematica precisione come fa il Canadair a riempire un serbatoio da 6137 litri in pochi secondi: “Mediamente, per riempire il serbatoio (che è di circa 6137 litri, ovvero 1621 US gallon) il cl415 ci mette 12 secondi viaggiando ad una velocità di 130 km/h (ovvero 70 knots). Questo tipo di operazione richiede una distanza di circa 410 metri (cioè 1350 ft).

Quindi, il nostro suggerimento, per tutti quanti, è far appassionare a questa straordinaria attività di protezione del nostro territorio anche tramite piccole nozioni tecniche, che fanno capire bene la capacità e l’importanza del servizio Anti-Incendio svolto dalla flotta aerea che vola con i velivoli della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e delle varie flotte regionali. Tutti strumenti straordinariamente importanti per riuscire a far si che l’Italia sia protetta dagli incendi boschivi in ogni suo angolo.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BANNER_GUIDASICURA_AMBULANZA

X