Come evacuare 88.000 persone? Segui l’incendio di Fort McMurray

Come evacuare 88.000 persone? Segui l’incendio di Fort McMurray

Incendio a Fort McMurray (Canada) : tutta la città costretta a fuggire. Infuria l’inferno

Il cielo nel nord di Alberta a Fort McMurray assomigliava a un muro di fuoco e fumo mercoledì. La città canadese è stata inghiottita nell’inferno.

Le autorità hanno ordinato l’evacuazione di circa 88.000 persone, tra cui l’intera città di Fort McMurray, in base a quanto riportato dalla Municipalità Regionale di Buffalo Wood . Sono in fase di realizzazione centri di accoglienza per sfollati a Edmonton.
Lo stato di emergenza in tutta la provincia è stato dichiarato nel corso della giornata. L’incendio ha già distrutto l’80% della comunità di Beacon Hill di Fort McMurray, sempre in base a quanto riportato dalla MR di Buffalo Wood.

La macchia d’olio ha cominciato Domenica e aveva incendiato 24.710 acri da Mercoledì. La causa del fuoco rimane poco chiara. Rachel Notley, Premier di Alberta, dichiara che in tutto, circa 1.600 strutture sono state distrutte dal fuoco. Tuttavia, non vi sono state segnalazioni di morti o feriti, hanno detto i funzionari.

Erano attesi forti venti, clima caldo e asciutto per creare “condizioni esplosive” per la crescita del fuoco e rendere difficile per i vigili del fuoco a tenere il passo. Il direttore forestale di Alberta, Bernie Schmitte, dichiara: “Il fuoco è una sfida per tutti noi.

Circa 250 vigili del fuoco erano a terra, mentre i cieli sono saturi di aerei anti-incendio.

Fonte: CNN

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X