Defibrillatori in tutte le spiagge, al via il progetto della Società Nazionale Salvamento

ZOLL 468

La tua spiaggia ha il defibrillatore e personale formato per usarlo in caso di necessità? E’ questa la domanda che ogni persona dovrebbe farsi prima di andare al mare. E a questa domanda sta rispondendo, con la tradizionale professionalità e determinazione, la Società Nazionale di Salvamento, l’ente italiano che dal 1871 forma i bagnini italiani ed è impegnata nella diffusione delle migliori tecnologie per il salvamento da applicare sulle coste italiane.

SICUREZZA, PERCHE’ SERVE IL DAE IN TUTTI I BAGNI

I dati parlano chiaro: sui litorali del nostro paese ogni anno si riverano milioni di persone, e non solo giovani in buona salute. E quando c’è da salvare una vita bisogna sapere cosa fare e avere gli strumenti giusti per farlo. Questi sono i cardini che hanno fatto nascere la partnership – presentata ufficialmente il 16 luglio – fra la Società Nazionale di Salvamento e VEAR, che metterà a disposizione il defibrillatore AED Plus di ZOLL a tutti i bagnini d’Italia, con l’obiettivo di rendere attrezzate e cardioprotette tutte le spiagge italiane.

Da sinistra, in basso:  Pres. SNS Giuseppe Marino e AD di Vear Anna Rita Reggio; In alto, da sx: Olga Ioudelovitch, Sales Manager Vear, Monica Pagani, Sales Manager Italia Pad ZOLL e Alberto Tricarico, Resp. Sezione SNS di San Severo

A SX in basso il Pres. SNS Giuseppe Marino e l’Ad di Vear Anna Rita Reggio. In alto, da SX: Olga Ioudelovitch, Sales Manager Vear, Monica Pagani, Sales Manager ZOLL e Alberto Tricarico, Resp. SNS di San Severo di Puglia

“Il nostro valore principale è la diffusione della cultura della sicurezza – spiega il presidente della SNS Giuseppe Marino - e il nostro secondo valore è mettere in pratica la sicurezza e garantirla a tutti gli effetti. Noi siamo portati all’acqua e alla spiaggia e come sappiamo bene in alcuni mesi dell’anno questo luogo diventa non solo punto di svago e relax, ma anche un settore emergenziale. Molte persone si riversano sulle coste senza conoscerle e l’arresto cardiaco è una delle problematiche che i bagnini devono affrontare. La diffusione di questo evento è significativa, anche se non fa risonanza. Se però è normale che una persona stia male anche in spiaggia, non è normale che in quel luogo non ci sia l’obbligo di un defibrillatore”.

ANTICIPARE LA NORMATIVA CHE SI STA DIFFONDENDO

Per questo la Società Nazionale di Salvamento “si è presa il ruolo di supplente alla carenza normativa, ci siamo messi nei panni dell’ente che deve promuovere la diffusione di questi dispositivi. Per fortuna tanti passi avanti sono stati fatti. Alcuni bagni usano la presenza del defibrillatore per pubblicizzare i propri servizi” continua Marino. “Ancora oggi non tutte le ordinanze di balneazione contengono l’obbligo di DAE, anche se in alcune Regioni è già stato fatto questo passo. L’accordo di oggi è fondamentale proprio perché Società Nazionale di Salvamento si dota di uno strumento di qualità, che corrisponde ai nostri standard formativi. Abbiamo trovato un partner che insieme a noi porta avanti una battaglia per risolvere il problema. Per noi è importante riuscire a fare squadra e fare rete con tutti le realtà d’Italia. Se pensiamo che ad oggi la maggioranza delle coste italiane non ha un bagnino l’urgenza di portare personale formato e attrezzato è ancora più impressionante. Con questo accordo e con questo partner ci stiamo mettendo sulla strada per riuscire a risolvere il problema”.

spiagge_puglia1

Il DAE AED PLUS di ZOLL è installabile anche sulle moto d’acqua che vengono utilizzate dal servizio SNS

LA CONVEZIONE E IL DAE ZOLL

Grazie a questa convenzione con VEAR la Società Nazionale di Salvamento mette a disposposizione di tutti gli affiliati e corsisti che vogliono ottenere il brevetto la possibilità di acquistare un defibrillatore di alta gamma, lo ZOLL AED PLUS, con una serie di servizi speciali che nessun altro competitor è in grado di offrire. “Questo è un defibrillatore che potremo montare ovunque, anche sulle moto d’acqua” spiega Marino.

Già tutta la provincia di Lecce – grazie alla collaborazione fra VEAR e Salvamento Agency – è dotata di defibrillatori ZOLL, che hanno dei requisiti speciali in grado di fare la differenza in spiaggia:

  • DEFIBRILLAZIONE FACILE: il dispositivo ZOLL agevola l’intervento da parte del personale NON medico con icone guida, messaggi vocali e led luminosi che guidano il laico lungo tutto il percorso dell’intervento;
  • PASS TECHNOLOGY: Il coperchio del DAE in realtà è un dispositivo per l’apertura e il mantenimento della pervietà delle vie aeree del paziente;
  • ECG DIFFERENZIATO ADULTO/PEDIATRICO: AED PLUS ZOLL ha un doppio software di analisi del tracciato ECG, che non ha necessità di interventi specifici e si carica da solo con i giusti livelli di scarica in caso di paziente pediatrico, senza bisogno di dispersori di corrente.
  • ELETTRODI E BATTERIE DI LUNGA DURATA: ZOLL è l’unica produttrice di elettrodi a lunga scadenza (60 mesi) e utilizza batterie disponibili sul libero mercato (Duracell 123) che garantiscono 5 anni di durata dal momento dell’inserimento.
  • RISPARMI E MANUTENZIONE: AED PLUS ZOLL facilita la sostituzione delle batterie con un risparmio di oltre il 70% sul costo di manutenzione e godono di un ampio numero di installazioni sul territorio nazionale, in ambito intra ed extra ospedaliero.

L’obiettivo è la diffusione massiva di una corretta formazione circa le manovre di BLS-D in ambito di salvamento in mare e la dotazione di tutte le strutture interessate di uno strumento salvavita affidabile ed efficace.

spiagge_puglia4

Il defibrillatore AED PLUS ha una batteria della durata di 5 anni

PROTEZIONE E FORMAZIONE, UN PACCHETTO VINCENTE

Non c’è solo la dotazione tecnologica a rendere all’avanguardia questo progetto. C’è anche la formazione: “Infatti – spiega sempre il presidente della Società Nazionale di Salvamento Marino – ora possiamo fare formazione usando una tecnologia avanzata di avanguardia che ci dà serenità e tranquillità. Con questi partner siamo sicuri di aver sviluppato ed elevato di molto le nostre qualità”. La scelta da parte della Società Nazionale di Salvamento, onlus nata nel diciannovesimo secolo,  nasce sulla base del lavoro svolto nell’ambito del progetto LITORALE CARDIPROTETTO condotto da Vear srl, in collaborazione  con le sezioni di SNS di Lecce e San Severo, Confcommercio Lecce, SEUS 118 e Salvamento AGENCY.

Infatti sulle coste del Salento, a seguito dell’ordinanza Balneare delle Capitanerie di Porto di Gallipoli e Otranto che hanno, consultato il SEUS 118 di Lecce, è stato adottato il  defibrillatore semiautomatico come presidio obbligatorio per il salvamento in mare lungo l’intera costa della provincia di Lecce.  “Le ordinanze delle capitanerie - conclude Marino -  prevedono l’obbligo di DAE sulle spiagge. Collaboriamo strettamente con le Capitanerie, che diffondono l’uso di questo strumento e al contempo fanno formazione ai loro operatori. C’è una grande azione di promozione e tutto ciò crea effetto positivo nelle altre associazioni e organizzazioni. Dobbiamo fare in modo che le conoscenze e al presenza di dispositivi adatti a salvare vite si diffonda ovunque“.

 

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

1 Comment

  1. Pingback: 100 giorni al Decreto Balduzzi, a che punto siamo con formazione e DAE?

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X