Il grazie di un infermiere all’ordine dei medici di Giancarlo Pizza

Il grazie di un infermiere all’ordine dei medici di Giancarlo Pizza

Paolo Vaccarello è infermiere e giornalista. Scrive per Nurse24.it e lavora al 118 di Parma. Riprendiamo e rilanciamo un suo post in cui ringrazia pubblicamente l’Ordine dei Medici di Bologna e il presidente Giancarlo Pizza, che con un intervento decisamente impopolare (la sospensione dei medici del 118 che hanno approvato i protocolli infermieristici) ha dato il via alla riforma regionale che – dal 30 aprile – prevederà protocolli standard per tutti gli infermieri d’area critica abilitati, realizzando di fatto un avvicinamento del sistema italiano (almeno in Emilia Romagna) al sistema europeo.

Oggi voglio fare un ringraziamento particolare a nome di tutta la comunità infermieristica al Dott. Giancarlo Pizza, Presidente dell’Ordine dei Medici di Bologna, che con i sui provvedimenti volti a salvaguardare la cittadinanza tutta ha innescato un processo che sta portando alla definizione chiara e precisa (attesa da anni) di protocolli infermieristici per gli operatori destinati alle ambulanze del 118. Protocolli che vanno nella direzione della tanto agognata autonomia professionale e dellecompetenze avanzate.

La rivoluzione non interessa soltanto l’Emilia Romagna, in quanto l’eco mediatico ha raggiunto il livello politico e sta spingendo altre Regioni ad esprimersi a suon di delibere sui ruoli e sulle competenze degli infermieri di Pronto Soccorso/Triage e 118, considerando che i protocolli della discordia erano già operativi da anni ma validati a livello delle singole Aziende e relative Unità Operative. Inoltre la questione ha dato una potente accelerazione alla bozza delle nuove linee guida di triage ospedaliero. Insomma, due piccioni con una fava.

Pizza è riuscito dove…

CONTINUA SUL BLOG DI PAOLO VACCARELLO

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X