Il Vademecum dell’emergenza per il centodiciottista. Protocolli e informazioni utili per chi opera in ambulanza

Il Vademecum dell’emergenza per il centodiciottista. Protocolli e informazioni utili per chi opera in ambulanza

Si chiama Vademecum dell’Emergenza ed è un compendio completo dei protocolli principali che posso applicare medici, infermieri o soccorritori volontari che operano in emergenza. Scopriamo insieme questo lavoro dell’infermiere Paolo Formentini

CPR-in-actionBOLOGNA – Esistono tanti manuali nel mondo relativi alle più importanti pratiche da effettuare in emergenza. Ma raramente esiste qualcosa pensato per “allenare” la memoria fra un turno e l’altro, o per essere utile in fase di de-brifing post-intervento. Esiste anche poca manualistica facilmente consultabile quando si è in fase di preparazione mentre si va su un intervento. Tuttavia il soccorritore volontario ha una preparazione inferiore a quella degli infermieri e dei medici, e quindi uno strumento che faccia da memorandum è quantomai utile per tenere viva la mente sulle centinaia di possibili attività che si devono affrontare in emergenza.

Uno dei tanti compendi presenti nel Vademecum di Emergenza di Paolo Formentini

Uno dei tanti compendi presenti nel Vademecum di Emergenza di Paolo Formentini

Paolo Formentini è l’autore di questo compendio divulgativo, in formato Open Access e di libero accesso a tutti. Infermiere centodiciottista e soccorritore “in strada” dal 1984, Formentini è infermiere laureato ed ha prestato soccorso nei servizi 118, oltre ad aver effettuato stages formativi all’estero. Istruttore qualificato IRC, ha collaborato con laici e professionisti sanitari presso l’Accademia Militare di Modena e con Forze di Polizia Locale, e  ha partecipato alla stesura dei manuali per i volontari del soccorso di ANPAS in diverse edizioni.

Questo compendio dei più importanti protocolli e dei maggiori sistemi di valutazione del paziente, è corredato anche da schede semplificate sull’approccio a situazioni differenti: dall’avvicinamento all’elisoccorso ai riferimenti sulla sicurezza, dalla tabella dei farmaci e degli antidoti ai codici Kemler, fino al triage. Nelle 194 pagine di questo vademecum è inserito quasi tutto quello che un medico, un infermiere o un volontario soccorritore possono vedere durante le attività in emergenza-urgenza. Ma perché fare un vademecum di questo tipo?

“Prima viene la curiosità – spiega Paolo Formentini -. Poi il dubbio, poi di nuovo la curiosità. Un circolo vizioso da cui poche volte si riesce a scappare. La normalità sarebbe chiudere il servizio ed interrompere il legame col Paziente con l’ultimo gracchiare del microfono nel VHF del proprio mezzo, ma non si riesce sempre. c’è sempre quel dubbio, quel perché, quel qualcosa che non convince. Ho iniziato a scrivere il vademecum per me stesso, la mia curiosità, i miei dubbi. Non sempre ho trovato la risposta. A volte ho trovato risposte sbagliate, molte altre volte ho trovato ancor più dubbi. Che fare allora? L’esercizio principe di ogni studente che si rispetti, i bigliettini! In questo caso bigliettini elettronici , comodi, portatili, a basso costo e anche facilmente occultabili. Lo smartphone promette e permette queste meraviglie e nonostante tutto, rendono molto più facile tenere a mente la vastità di algoritmi, score, indicazioni, dosaggi e parametri che altrimenti rischierebbero di essere, qualche volta, scordati o confusi. Lo strumento che soddisfa il dubbio si trova a portata di mano, costruito per essere mnemonicamente utile e con nozioni che siano il più possibile pratiche. Non ci si stupisca quindi di qualche buffo acronimo cui mi son lasciato andare (“su e vispa” o “bimbi persi” tanto per citarne qualcuno), il mio è un gioco che vuol essere utile, a portata di mano, e soddisfare curiosità e soprattutto… la mia ignoranza, nella vastissima materia che è l’assistenza medica e infermieristica. Grazie a chi lo riterrà utile e a chi avanzerà ancor più dubbi! Il progetto è nato nel 2012, viene riveduto ed aggiornato continuamente, molto spesso in base al lavoro giornaliero sul campo e sui dubbi incontrati sui casi reali durante il lavoro quotidiano. Viene pubblicato poco prima di natale senza alcun editore / sponsor / appoggio di alcun tipo”.

 

Ovviamente – ma è bene ribadirlo – questo vademecum non sostituisce la competenza professionale medica o infermieristica, ma è uno strumento divulgativo generico, utile per discutere e accrescere il proprio bagaglio di esperienze in modo ragionato, sfruttando le schede semplificative che ogni argomento mostra.

Il vademecum è disponibile in versione totalmente FREE qui

leggi_il_vademecum

Per chi invece vuole questo strumento in formato elettronico per eBook Amazon, esiste una versione a pagamento (2.99 Euro):

acquista-ora

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BANNER_GUIDASICURA_AMBULANZA

X