Incendi boschivi: Il Piemonte fa paura. 12 le richieste d’intervento aereo

Incendi boschivi: Il Piemonte fa paura. 12 le richieste d’intervento aereo

Cantalupa incendio boschivo 0006-kIZD-U1101725866940sRH-1024x576@LaStampa.itProsegue l’impegno straordinario degli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile a supporto delle operazioni svolte dalle squadre di terra, che hanno ripreso le operazioni di spegnimento dei incendi boschivi che ormai da giorni stanno interessando parte del nostro Paese. Nella giornata di oggi ai mezzi nazionali si è aggiunto l’impegno di due canadair messi a disposizione dalle autorità croate, attivati da Bruxelles su richiesta del Governo italiano nell’ambito del Meccanismo Europeo di Protezione civile.

Al momento, sono 12 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento: 6 dal Piemonte, 4 dalla Lombardia, una rispettivamente da Sicilia e Sardegna. L’impegno dei mezzi dispiegati – 7 Canadair e un elicottero S64 del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, coadiuvati da un elicottero della Difesa – è concentrato per ora, d’intesa con le regioni, sulle situazioni più critiche. I 2 canadair croati a supporto della flotta stanno operando nelle province di Torino e di Brescia, rispettivamente su fronti d’incendio nei comuni di Mompantero e Tremosine sul Garda. (L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, ZERO roghi). Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

È utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva.

 Borrelli a Torino e Varese per la situazione incendi

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha lasciato Norcia, dove questa mattina ha partecipato alle celebrazioni dell’anniversario del sisma del 30 ottobre 2016, per recarsi a Torino e a Varese dove parteciperà, con il Ministro dell’Interno Marco Minniti e i rappresentanti delle Istituzioni locali, alle riunioni convocate per fare il punto sulla situazione incendi che, da diversi giorni, stanno colpendo duramente il Piemonte e la Lombardia.
Roma, 30 ottobre 2017

 

Canadair dalla Croazia bloccati a Genova: condizioni troppo estreme per volare

Sono atterrati ieri a Genova due Canadair della Repubblica croata, attivati da Bruxelles su richiesta del Governo italiano nell’ambito del Meccanismo Europeo di Protezione civile.

I due Canadair, che saranno operativi dal pomeriggio, opereranno a supporto dei velivoli della flotta antincendio dello Stato per concorrere alle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi che ormai da giorni stanno interessando il nostro territorio, in particolare le regioni settentrionali.

È utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva.

 

Difficile situazione incendi in Lombardia e Lazio

Prosegue, ormai da giorni, l’impegno straordinario della flotta aerea dello Stato nella lotta agli incendi boschivi. Nella giornata di oggi gli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, hanno operato, a supporto delle operazioni svolte dalle squadre di terra e dei mezzi aerei regionali, su 8 richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento dalle Regioni: quattro in Piemonte, tre in Lombardia e una nel Lazio.

Al momento 2 canadair ed un elicottero S64 dei Vigili del Fuoco, coadiuvati da un elicottero della Difesa, stanno operando sul territorio piemontese, mentre sono tre i canadair sui roghi in Lombardia. L’intenso lavoro dei piloti dei mezzi aerei, che ha permesso di mettere sotto controllo, finora, l’incendio nel Lazio, continuerà finché le condizioni di luce lo consentiranno.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BANNER_GUIDASICURA_AMBULANZA

X