La crociera da incubo termina a Mobile (USA)

La crociera da incubo termina a Mobile (USA)

Una crociera dovrebbe essere un sogno, invece talvolta, e abbiamo in mente tutti quelle immagini terribili dello scorso inverno, quelle della Costa Concordia, può diventare un incubo. Ciò che è successo ancora una volta ad una nave della Carnival, ha dell’incredibile; un’emergenza continua, lungo un viaggio che doveva essere per alcuni il sogno di una vita.

Carnival Triumph, 287 metri, un enorme galleggiante extra lusso: saune, piscine, ristoranti splendidi, rifiniture fenomenali eccetera. Un momento di buio, poi domenica scorsa, nel bel mezzo del tragitto, nel Golfo del Messico, un’esplosione e i motori della nave saltano assieme alla corrente elettrica.

L’operazione di soccorso dei rimorchiatori – L’operazione di soccorso secondo le prima testimonianze non è stata per niente semplice. Le condizioni meteo erano pessime e uno dei cavi che avrebbe dovuto tenere ferma la nave una volta agganciata al rimorchiatore, all’improvviso, durante l’operazione di recupero, si è spezzato, complicando ancora di più la situazione e creando ulteriori disagi.

Solamente nella notte tra mercoledì e giovedì la nave è stata rimorchiata e dunque trainata verso la città di Mobile, Stati Uniti. Le persone a bordo hanno vissuto momenti di panico e di emergenza incredibile. Una situazione assai particolare si è verificata proprio per il fatto che mancando la corrente elettrica a causa dell’esplosione, i passeggeri e l’equipaggio hanno dovuto cavarsela, immersi in una situazione paradossale, con tutta una serie di disagi che possiamo immaginare: cibi avariati, precarissime condizioni igieniche, i sanitari guasti, eccetera.

I passeggeri all’arrivo a Mobile hanno fatto intendere chiaramente di aver vissuto le giornate a bordo della nave come un vero e proprio incubo. Il rischio di malattie per questi sfortunati, dicono gli esperti, in questo tipo di situazioni, può essere molto elevato e conviene controllarsi adeguatamente.

Sono già pronte le prime iniziative per ottenere un congruo risarcimento danni da parte dei passeggeri infuriati nonostante le scuse ufficiali dell’armatore dopo le ben 5 ore di durata dell’operazione di sbarco nel porto di Mobile.

 

 

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X