L’Antitrust indaga sulla punta di diamante dell’emergenza in Italia: I servizi di elisoccorso sono nel mirino

L’Antitrust indaga sulla punta di diamante dell’emergenza in Italia: I servizi di elisoccorso sono nel mirino

Indagini da parte dell’Autorità Garante della concorrenza sul settore del soccorso in elicottero. Non convincono svariate gare che vengono impostate su pattern ricorrente e mancanza di sovrapposizione nelle relative offerte. Ma è davvero possibile fare gare differenziate ed offerte al ribasso per quella che deve essere l’eccellenza assoluta nel soccorso di emergenza?

Il quotidiano “La Stampa” ha scritto ieri che l’autorità  Antitrust ha attivato un’indagine istruttoria sui servizi di elisoccorso italiani. In particolare l’attenzione è concentrata su quasi tutte le società operanti nei servizi HEMS del SSN. La Stampa sceglie di fare i nomi delle aziende, che sono Babcock (pochi mesi fa Inaer Aviation Italia), Airgreen, Elifriulia, Heliwest, Eliossola, Elitellina, Star Work Sky di Giovanni Subrero & C. e anche la Associazione Elicotteristica Italiana. In pratica, tutte le società che effettuano servizi di elisoccorso sono messe sotto la lente d’ingrandimento dell’antitrust.

Il sospetto dell’autorità indipendente è che ci sia stato un cartello di intenti “anche tramite l’associazione di categoria” ponendo in essere un’intesa volta condizionare in senso anticompetitivo le gare per i servizi di elisoccorso (HEMS) e anti-incendio boschivo (AIB).

Riccorre infatti in quasi tutte le gare – in Italia non sono a carattere nazionale ma a carattere Regionale – un cosiddetto “pattern” sia per la partecipazione che per l’assenza di sovrapposizione nelle relative offerte. Secondo quanto riporta La Stampa i ribassi formulati sarebbero particolarmente esigui e prossimi allo zero.  Nei giorni scorsi, funzionari dell’Autorità hanno svolto ispezioni nelle sedi delle società interessate, con l’ausilio del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza. Il procedimento si concluderà entro il 31 ottobre 2018.

Va però segnalato che i servizi di elisoccorso devono avere dei driver simili, poiché gli scenari operativi vengono impostati in base allo storico delle missioni che ricorrono nelle varie regioni. E – inoltre – va aggiunto che le missioni di elisoccorso HEMS devono essere svolte solo da compagnie aeree certificate COA, certificato che non hanno per esempio i Vigili del Fuoco.

 

 

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X