Luci da crociera, il divieto d’uso vale anche in Italia? Ecco l’interpretazione del MIT

I lampeggianti e le luci da crociera non si possono attivare senza sirena perché questo impiego non è previsto dal Codice della Strada. A scriverlo con notevole precisione è lo studio Legale dell’Avv. Angelo Greco sul suo sito laleggepertutti.it ed è quanto apparso su una circolare di chiarimento del Ministero dei Trasporti, che ha scritto un parere sulla questione. E’ infatti ormai prassi che le Forze dell’Ordine utilizzino solo le luci lampeggianti senza sirene per muoversi nel traffico. Si tratta spesso di una prassi usata per evitare l’uso della sirena se non strettamente necessario, soprattutto di notte, per evitare di aumentare il rumore nelle zone residenziali. Può capitare anche che la sirena diventi un “allarme” ulteriore che fa fuggire un malvivente, complicando le operazioni di Polizia per arrivare all’arresto e al fermo di chi sta commettendo un reato.

Ma secondo il Ministero l’uso diffuso di questo sistema di allerta senza sirene – pur non essendo escluso dal codice della strada – non da il diritto alle autorità di derogare alle norme di comportamento di sicurezza previste. A palesare la necessità di violare limiti di velocità, precedenze o sensi vietati è solo il combinato luci lampeggianti e sirena attivata.
Un parere in conflitto con quello del Ministero degli Interni, che pochi anni fa ha caldeggiato in una circolare interna l’uso delle luci da crociera per evidenziare la presenza del mezzo delle Forze dell’Ordine sulla strada. Un segnale che dovrebbe far capire agli utenti disciplinati che è necessario mantenere elevata la prudenza e dare strada a chi sta lavorando per la nostra sicurezza. Segnale che però il Ministero dei Trasporti oggi “bacchetta”.
Alla fine però il problema è sempre lo stesso: in caso di incidente, senza sirena attivata ma solo con le luci da crociera, le Forze dell’Ordine possono derogare al CdS? A quanto pare NO. Una interpretazione che va verso le linee generali emanate dall’Unione Europea, che non prevede l’uso disgiunto Sirene/lampeggianti in caso di necessità.

Chiaro in merito il parere di ASAPS

Secondo il MIT le luci lampeggianti blu non sarebbero ammesse neanche in andatura da crociera, mentre il Ministero dell’Interno in passato aveva invece caldeggiato l’utilizzo!! Quindi in teoria non potrebbero essere usate neanche quando i veicoli sono fermi in attività di controllo, intervento o rilievi sulla strada?  Ci vien da dire che qualcuno non sta bene ed è da portare via con lampeggiante e  con la sirena accesa ovviamente… (ASAPS)

 

In effetti è necessaria – rapidamente – una scelta precisa e un confronto fra il Ministero dei Trasporti e quello dell’Interno, per decidere e capire come si possono muovere in emergenza i mezzi delle FFOO, dei VVF e i mezzi di soccorso. 

Per completezza di informazione, grazie al CoES pubblichiamo anche la nota del Ministero dei Trasporti che nel marzo del 2016 ha definito le modalità d’uso del lampeggiante blu senza sirena come una prassi “non vietata” ma che non consente di derogare al CdS, poiché senza sirena non si è – in sintesi – in emergenza.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

2 Comments

  1. Simone

    (…)
    Le luci da crociare (luci blu accese fisse) e i segnalatori visivi di allarme (Luce lampeggiante blu) sono 2 cose diverse.
    L’articolo dell’illustrissimo avvocato ha fatto confusione tra i due tipi di luci. Il MIT dice che le luci cosidette da crociera (quindi quelle accese FISSE) non sono utilizzabili in nessun caso perchè non normate dall’art.177 del CDS. Lo stesso articolo definisce che gli autisti dei mezzi di soccorso, forze dell’ordine e gli altri elencati nel 1° comma, possono andare in deroga alle norme del codice della strada solo ed esclusivamente se viaggiano con i segnalatori di allarme visivi (LUCE LAMPEGGIANTE BLU) e acustici (SIRENA BITONALE le cui caratteristiche sono definite nell’apposito articolo del Gazzettino Ufficiale).
    Ricapitolando, si può “correre” (da considerare come licenza poetica) solo con lampeggianti e sirene accesi congiuntamente e continuamente. In tutti gli altri casi NO!
    Infine, chi viaggia con le luci da crociera è passibile di multa, decurtazione dei punti e probabilmente anche il sequestro del mezzo.

    Reply
    1. Daniele

      Simone,mi confermi quindi che nell’articolo si parla per cui (erroneamente) delle famigerate luci blu fisse che tanto vanno in voga ora sopratutto sui mezzi di soccorso e che gli stessi non sono normati dal cds e sarebbe vietato l’uso? Grazie mille

      Reply

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X