Protezione Civile: il Capo Dipartimento a Stoccolma

Protezione Civile: il Capo Dipartimento a Stoccolma

Fare il punto sui comuni progetti europei in corso, programmare future attività congiunte, condividere proposte da portate a livello internazionale per dare nuova spinta alle azioni di prevenzione dei rischi e di preparazione alla gestione delle emergenzea livello europeo: sono questi i punti fondamentali affrontati nel corso dell’incontro tra il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, e Helena Lindberg, Direttore generale dell’Agenzia nazionale di protezione civile svedese, nel corso della giornata di lavoro svoltasi oggi a Stoccolma, presso la sede della Swedish Civil Contingencies Agency.

“Anche se l’esposizione ai diversi rischi è in alcuni settori profondamente diversa, Italia e Svezia, da anni, condividono un percorso che mette al centro il cittadino, la sua consapevolezza e la sua preparazione in caso di necessità”, ha detto l’ing. Curcio. “Un approccio che continueremo a portare avanti, anche mettendo a disposizione di altri Paesi l’esperienza italiana e svedese – penso in particolare alla regione dei Balcani, del Nord Africa e del Medio Oriente, dove siamo già impegnati con diversi programmi europei di assistenza tecnica – allo scopo di condividere modelli e buone pratiche di protezione civile”.

La visita è stata anche l’occasione per visitare il Centro Operativo nazionale della Protezione Civile svedese dal quale si coordinano le operazioni anti-incendio boschivo, tra cui quelle relative ai numerosi roghi che, nell’estate 2014, avevano richiesto anche l’intervento sussidiario di Canadair provenienti da Italia e Francia. “È stato un incontro estremamente proficuo”, ha sottolineato Helena Lindberg. “Nel corso del semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea lo scorso anno abbiamo avviato due percorsi fondamentali: il risk assessment a livello nazionale in ogni Paese membro e il rafforzamento della cooperazione tra protezione civile e aiuti umanitari in caso di intervento in emergenza in Paesi terzi. Su questi punti strategiciItalia e Svezia stanno continuando a lavorare, ma il nostro impegno sarà quello di stimolare sempre più anche tutti gli altri Stati, sfruttando anche le occasioni esercitative e i progetti europei che mi auguro continueremo a promuovere insieme”.

from 

PUBBLICATO DAIFTTT

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X