Ricostruzione post-sisma: intesa Croce Rossa – Associazione Nazionale Magistrati

Ricostruzione post-sisma: intesa Croce Rossa – Associazione Nazionale Magistrati

Il processo di ricostruzione dopo il sisma del Centro Italia prende sempre più forma. Associazione Nazionale Magistrati, Croce Rossa Italiana e Comune di Muccia firmano l’intesa per la nascita di un centro polifunzionale giovanile.

Il territorio potrà così contare su un centro di aggregazione e di ripresa delle attività e della vita culturale e sociale, bruscamente interrotte dal sisma. Inoltre la struttura, che sorgerà nei pressi dei moduli abitativi in fase di costruzione, sarà attrezzata per essere utilizzata come luogo destinato ad attività di soccorso e di emergenza a favore dell’intera popolazione comunale. Emergency Live riceve e pubblica il seguente comunicato.

Il processo di ricostruzione dopo il sisma del Centro Italia prende sempre più forma. È stato firmato il protocollo d’intesa per la nascita di un Centro Polifunzionale Giovanile nel Comune di Muccia.

Hanno sottoscritto l’importante documento l’Associazione Nazionale Magistrati, rappresentata dal presidente Piercamillo Davigo e dal segretario generale Francesco Minisci, la Croce Rossa Italiana, rappresentata dal segretario generale Flavio Ronzi, e il Comune di Muccia (Mc), rappresentato dal sindaco Mario Baroni, alla presenza di Paolo Molinari, direttore dell’ufficio relazioni istituzionali del Dipartimento della Protezione Civile.

La struttura sarà destinata ad attività parascolastiche, culturali, educative e ricreative, di formazione, sociali e di pubblica utilità per i bambini e i giovani di Muccia. Il territorio potrà così contare su un centro di aggregazione e di ripresa delle attività e della vita culturale e sociale, bruscamente interrotte dal sisma. Inoltre, la struttura, che sorgerà nei pressi dei moduli abitativi in fase di costruzione, sarà attrezzata per essere utilizzata come luogo destinato ad attività di soccorso e di emergenza a favore dell’intera popolazione comunale.

Le fasi di realizzazione dell’opera, dalla progettazione all’esecuzione, saranno curate dalla Croce Rossa Italiana, che si avvarrà in parte dei fondi che l’ANM ha raccolto tra i magistrati italiani in seguito al terremoto.

Fonte: Ufficio Stampa Croce Rossa Italiana

L'autore

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X