San Pietroburgo – All’alba del giorno dopo l’attentato

San Pietroburgo – All’alba del giorno dopo l’attentato

AGGIORNAMENTO 4 Aprile

RUSSIA – L’alba di oggi, martedì 4 Aprile, vede un Paese in lutto per la perdita di 14 persone a causa di due esplosioni nelle fermate Tekhnologicheskiy Institut e Sennaya Ploshad della metropolitana di San Pietroburgo. I media russi riferiscono che ci sono anche decine di feriti a fare da contorno a questa tragedia.

Pare sia un 22enne di origini kirghise il responsabile di queste esplosioni, che, in realtà, avrebbero dovuto essere tre, ma fortunatamente, un ordigno è rimasto inesploso.

Il presidente Valdimir Putin è in città e ha portato fiori sui luoghi dell’attacco e ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale.

 


 

 

RUSSIA – Ultima ora, alla stazione metropolitana di San Pietroburgo è avvenuta un esplosione. Secondo quanto riportano i media russi, ci sarebbero dieci morti, vittime di questa tremenda esplosione. Ancora non si hanno notizie precise in merito alla causa.  C8fJMcuW0AEshCO

I feriti sarebbero diversi, ma le dinamiche di quanto accaduto non sono ancora chiare. Russia Today scrive che a scoppiare potrebbe essere stato un “ordigno improvvisato”. Moscow Times, però, precisa che le esplosioni sarebbero due, un alla stazione Sennaya Ploshchad e una alla fermata di Tekhnologicheskiy Institut.

Guardate la diretta sulla nostra sezione inglese

L'autore

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X