SAR e Coast Guard field. Egitto e Italia cooperano attraverso la Guardia Costiera

SAR e Coast Guard field. Egitto e Italia cooperano attraverso la Guardia Costiera

 

Dal 13 al 16 novembre 2017, una delegazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera ha fatto visita al Comando della 1^ Coastal Patrol Brigade di Alessandria d’Egitto, per una riunione di esperti nel campo delle capacità marittime di ricerca e soccorso (SAR).

La delegazione, composta dai Tenenti di Vascello Marco Chianella e Francesco Sangermano dell’Ufficio Affari Internazionali, accompagnata dall’Addetto per la Difesa presso l’Ambasciata d’Italia in Egitto, Capitano di Vascello Stefano Di Santo, è stata ricevuta dal Commodore Ahmed Abdelkhalek Badwy e dal Commodore Ehab Zohdy presso la nuova sede della 1^ Coastal Patrol Brigade, situata nel Porto di Abu Qir in Alexandria. Durante tale incontro, sono state illustrate le molteplici funzioni svolte dal Corpo in favore della collettività, a tutela degli interessi produttivi del mare e dei porti, della sicurezza della navigazione e della salvaguardia dell’ambiente marino.

Nell’ambito del meeting, inoltre, è stata discussa la possibilità, per l’Egitto, di partecipare a gemellaggi promossi da Agenzie specializzate dell’Unione Europea in favore dei Paesi non membri, allo scopo di aderire a programmi di cooperazione e capacity building. Inoltre, l’incontro ha costituito occasione favorevole per illustrare ai rappresentanti della marina egiziana gli obiettivi del progetto Libyan Maritime Rescue Coordination Centre, finanziato dall’Unione Europea e condotto dalla Guardia Costiera italiana a favore delle istituzioni libiche.

L’evento si colloca all’interno dei piani di cooperazione che hanno il principale scopo di favorire la discussione di attività di scambio di informazioni e best practices con la controparte che svolge funzioni di Guardia Costiera.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BANNER_GUIDASICURA_AMBULANZA

X