Telefonate di emergenza, un problema di culo

Telefonate di emergenza, un problema di culo

Gli smartphones creano problemi per le centrali operative? A quanto pare si, lo dice un rapporto sul 911 di San Francisco

Telefoni cellulari che compongono per sbaglio il numero di emergenza ce ne sono sempre stati. Ma con i nuovi smartphone il problema delle chiamate fatte – letteralmente – con il sedere è aumentato del 28% in 3 anni. A dirlo è una ricerca fatta negli Stati Uniti, a San Francisco, dai ricercatori di Google

Il 20% del totale delle chiamate effettuate al 911 di San Francisco sono partite da telefoni mal posizionati nella tasca posteriore dei pantaloni. Sempre più persone, infatti, negli ultimi anni hanno abbandonato i telefoni fissi per usare soltanto i cellulari: e per quanto la tastiera di un cellulare possa essere bloccata, per ragioni comprensibili è sempre possibile far partire le chiamate di emergenza. È un grosso problema per gli operatori del 911, che devono accertarsi che il silenzio che sentono dall’altra parte della linea non si debba al fatto che qualcuno è in pericolo e non può parlare. La necessità di indagare ogni volta le ragioni del silenzio dall’altra parte della linea telefonica sta mettendo a dura prova un sistema già sovraccarico di lavoro.

La soluzione? Pensata in Inghilterra. Gli operatori del 999 dell’NHS infatti chiedono – dopo pochi minuti di silenzio – alla persona all’altro capo del telefono di digitare il numero 55 se sono presenti e in linea. In questo modo i britannici riescono a capire se la chiamata d’emergenza è reale e se l’eventuale paziente può o non può parlare.

CONTINUA SU IL POST

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X