Tifone Wipha colpisce l’area di Tokyo, 14 vittime

Tifone Wipha colpisce l’area di Tokyo, 14 vittime

Quattordici vittime e centinaia di voli cancellati sono la conseguenza dell’approssimarsi del tifone Wipha, che dovrebbe abbattersi oggi sull’area di Tokyo.

Un funzionario del governo locale ad Oshima, piccola isola 120 km a sud di Tokyo, riporta che 13 persone sarebbero già rimaste vittime di alluvioni provocate dalle forti piogge e di frane che hanno bloccato strade e travolto case.

I soccorritori non sono stati fisicamente in grado di raggiungere 50 persone bloccate in un’area colpita da una frana. Una donna è stata dichiarata morta dopo esser stata recuperata dal fiume Machida, ad ovest di Tokyo.

Più di 500 voli, tra domestici ed internazionali, sono stati cancellati negli aeroporti di Narita e Haneda a Tokyo, mentre la rete ferroviaria nazionale ha interrotto il transito del treno ad alta velocità giapponese nella zona centrale e settentrionale giapponese.

Il tifone si sta dirigendo a nord lungo la costa pacifica del Giappone e si aspetta raggiunga l’isola di Hokkaido, situata nell’estremo nord, nel tardo pomeriggio di mercoledì.

La società di energia elettrica TEPCO, principale fornitrice di energia nelle zone di Tokyo e Giappone centrale, ha dichiarato che i blackout avvenuti hanno interessato più di 56000 famiglie.

La TEPCO, impegnata nel fronteggiare una serie di perdite alla centrale nucleare di Fukushima, ha dichiarato che gli operai sono in stato di “allerta” e che acqua piovana accumulatasi è stata rilasciata da serbatoi.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X