Incidenti stradali in calo nel 2013

Incidenti stradali in calo nel 2013

Una bella notizia quella riportata dall’Asaps, ente che ha condotto la ricerca basandosi sui primi 4 mesi del 2013, un calo sensibile degli incidenti stradali che però non deve far abbassare la guardia. Il risultato della ricerca infatti sottolinea comunque come l’attenzione al giorno d’oggi debba essere rivolta soprattutto alla delicata questione dell’etilometro che ancora sta presentando alcune problematiche con situazioni tavolta difficili da monitorare.

Ecco pertanto quanto dichiarato dall’Asaps

un andamento ancora molto positivo per la sinistrosità del fine settimana del primo quadrimestre 2013, con una diminuzione del 3,2% degli incidenti, ma soprattutto con diminuzioni a doppia cifra alla voce feriti e morti rispetto alla stesso periodo del 2012. E’ quanto emerge dai risultati dei rilievi della sola Polizia Stradale e dei Carabinieri, ai quali bisognerà aggiungere poi quelli delle Polizie Locali (che – lo ricordiamo – rilevano il 65% degli incidenti in particolare nelle aree urbane). Gli incidenti complessivi sono passati da 10.701 dei primi 4 mesi del 2012 a 10.363 nel 2013, –338 sinistri pari a un calo del 3,2%’. 
Molto più entusiasmanti” i dati relativi alle vittime e ai feriti. I morti nei week-end ”sono passati da 278 a 235, come dire 43 lenzuoli bianchi in meno stesi sulle strade con un calo del 15,5%. Buono anche il risultato dei feriti passati da 7.748 a 7.296, con 452 ingressi in meno nei pronti soccorso, e una diminuzione del 5,8%. I ragazzi con meno di 30 anni che hanno perso la vita nei primi 4 mesi del 2013 sono stati 90, contro i 107 del 2012 cioè 17 decessi in meno e un calo secco del -15,9%”, rileva l’Asaps.

Le statistiche mostrano un miglioramento evidente indicando pertanto dove invece si debba ancora migliorare soprattutto sull’incidentalità che concerne tutta la fascia notturna e il weekend. Buone questa volta, e possiamo dire incoraggianti, le statistiche relative invece agli incidenti mortali a due ruote, con un bel 45,7% in meno in confronto al 2012. 

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X