Peso epigastrico, dispnea e sudorazione. Cosa può essere? [CASE REPORT 118ER]

Peso epigastrico, dispnea e sudorazione. Cosa può essere? [CASE REPORT 118ER]

Di Inf. Enrico Lucenti Master in Emergenza e Urgenza Sanitaria PS e 118 Val Tidone Azienda USL Piacenza

GianLuca Dell’Acqua Studente Laureando in Infermieristica Generale

CASO CLINICO La Sig.ra S.F. di anni 70, accede al pronto soccorso alle ore 18:06 riferendo peso epigastrico da circa un’ora con dispnea e sudorazione algida. L’infermiere del triage rileva i seguenti parametri vitali: PA 185/125 mmHg, SpO2 100% in aria ambiente, FC 89 bpm, CPS di 6 e assegna alla paziente un codice ROSSO. L’accesso in ambulatorio avviene alle ore 18:15 e la paziente in questione riferisce che circa un’ora prima era comparso un dolore in regione epigastrica non associato a nausea o vomito. La signora è diabetica in trattamento con ipoglicemizzanti orali, ipertesa in trattamento, appendicetomizzata, isterectomizzata, quadrantectomia mammella destra, safenectomia per varici essenziali; nega allergie a farmaci. Alle ore 18:25 il medico di PS rileva parametri vitali invariati rispetto alla precedente valutazione in triage e inoltre obiettività cardiopolmonare nei limiti, addome trattabile, murphy negativo. Alle ore 18.35 si procede ad effettuare un ECG che mostra un ritmo sinusale con extrasistolia sporadica ventricolare, anomalie della ripolarizzazione ventricolare a sede infero laterale. L’ECO FAST mostra l’assenza di versamenti liberi, colecisti alitiasica, non lesioni focali epatiche, aorta regolare, reni nei limiti e vescica semidepleta. Per quanto riguarda gli esami ematochimici si evidenzia solo un leggero aumento della popolazione linfocitaria (52,90%), della glicemia (131 mg/dl) e della creatinchinasi (160 Ul/L).

I restanti valori nella norma compatibilmente all’età del soggetto. A seguire il medico prescrive la somministrazione della seguente terapia farmacologica: Bromazepam 20 gtt per os, Ranitidina 1 fl in Soluzione fisiologica 100 ml ev, Amlodipina 10 mg per os. Alle ore 19:00 la paziente viene sottoposta ad un RX addome che segnala l’assenza di livelli idroaerei o segni di aria libera in peritoneo, e un RX torace che segnala a sua volta l’assenza di lesioni pleuriche o parenchimali a carattere focale in atto, accentuazione del disegno polmonare diffusa, ingrandimento della componente ventricolare sinistra dell’ombra cardiaca, aortosclerosi calcifica. Al persistere della sintomatologia dolorosa si procede ad effettuare alle ore 19:50 1 fl di Ranitidina in Soluzione Fisiologica 100 ml ev.

Alle ore 20:00 la PA è di 160/90 mmHg. Alle ore 21:33 la paziente esegue una visita cardiologica con EcoCardio con il seguente referto: “paziente tachiaritmica. Non si evidenzia dilatazione ventricolare sinistra. FE conservata. Dubbia ipocinesi settale medio basale. Pattern mitralico non restrittivo, fusione delle componenti di flusso secondaria a tachicardia. IM di grado apparentemente lieve. Non stenosi aortica emodinamicamente significativa. Non falde di versamento pericardico significative. Normali indici di performance sistolica ventricolare destra”. Alle ore 23.00 viene eseguito un’ulteriore prelievo ematico per il dosaggio della Troponina (0.03 ng/ml) e della Mioglobina (28,2 ng/ml). Alle ore 23.30 per la persistenza di epigastralgia con episodi di vomito biliare si somministra Riopan 2 cucchiai. Non avendo alcun beneficio si dispone quindi il ricovero in OBI alle ore 23.40. Alle ore 24.00 si somministra 1 fl di Buscopan in Fisolgica 100 ml ev e 1 fl di Delorazepam in Fisiologica 100 ml. Alle ore 4.50 del giorno seguente all’accesso in PS viene eseguito un’ulteriore RX addome che segnala l’assenza di aria libera sottodiaframmatica, la presenza di un unico livello idroaereo, verosimilmente colico a livello dell’emiaddome inferiore di destra, con modesta coprostasi. L’infermiere in servizio presso l’OBI rileva i seguenti parametri vitali: PA 150/90 mmHg, SpO2 97% in aria ambiente, FC 110 bpm, Temperatura ascellare 35°C, Temperatura rettale 36,7°C. Alle ore 04.55 si somministrano 2 fl di Lasix ev e 1 fl di Pantoprazolo in Fisiologica 100 ml ev.

Alle ore 05.00 si somministra 1 flaccone di Paracetamolo (1 gr) ev, e 2 mg di Morfina ev. Alle ore 05.55 si somministrano 4 mg e.v di Morfina. Alle ore 06.00 si esegue prelievo ematico per il dosaggio della Troponina (0.26 ng/ml) e l’Emocromo evidenzia una marcata leucocitosi (17,91) ed eritrocitosi (5,20), l’aumento della glicemia (335 mg/dl) e l’aumento del D-Dimero (484 ng/ml), i restanti valori nella norma compatibilmente all’età del soggetto. Alle ore: 07.00 si somministra un’ulteriore fl di Furosemide. Alle ore 08.00 non avendo nessun tipo di risposta alla terapia farmacologica si procede con le indagini radiologiche sottoponendo la paziente alla TAC toracica e addominale con mezzo di contrasto. Il referto per quanto concerne la TAC toracica mostra un quadro bilaterale di edema polmonare con imbibizione dei setti e degli alveoli, ili vascolari ingranditi, versamento pleurico bilaterale, più abbondante a destra, aorta toracica di calibro, decorso e pareti regolari, non versamento pericardico.

Dalla TAC addome si evince che l’arteria mesenterica superiore mostra in sede ostiale una grossolana calcificazione e, a distanza di 4-5 cm uno stop completo della opacizzazione con sospetto lembo di dissezione a decorso obliquo, non versamento peritoneale o linfonodi a carattere patologico certo, non significative alterazioni morfologiche o densitometriche a carico del fegato, della milza, del pancreas (di aspetto atrofico), delle vie biliari, dei surreni e del rene sx, formazione litiasica di 0,5 cm nel rene dx, diverticolosi del sigma. Alle ore 08.30 si somministrano 5 mg di Ramipril per os, 1 fl ev di Furosemide, 1 fl di Pantoprazolo in Fisiologica 100 ml ev. Alle ore 08.40 i parametri vitali sono i seguenti: PA 140/90 mmHg, SpO2 92%. Alle ore 08.44 si somministra KFlebo 30 mEq (potassio aspartato) + NaCl 250ml (40ml/h). Alle ore 09.00 viene eseguita la visita anestesiologica con il seguente referto: «paziente cosciente, riferisce dolore epigastrico, rantoli bilaterali, quadro di acidosi metabolica all’EGA.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

1 Comment

  1. shockato

    ciò che mi colpisce più di tutto leggendo in fondo all’articolo è “studente laureando in infermieristica generale”, nuova laurea? Inoltre in questo articolo non c’è una riga sull’ l’assistenza infermieristica, curioso che infermieri scrivano di cose che non gli competono

    Reply

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X