Piano antincendio boschivo 2014, la Sardegna vuole un altro Canadair

Piano antincendio boschivo 2014, la Sardegna vuole un altro Canadair

“Vogliamo altri mezzi a disposizione da parte dello Stato, perché la Sardegna ha una conformazione difficile da coprire ed è indispensabile avere una struttura adeguata per affrontare ogni situazione d’emergenza”. A dirlo è stata l’assessore all’ambiente della regione sarda Donatella Spano, alla presentazione del piano antincendi per l’estate 2014. Sull’isola mediterranea sono giunti due Canadair e un elitanker. Troppo poco secondo l’amministrazione regionale per garantire un’adeguata copertura del territorio. “Vogliamo sapere se saranno messi a disposizione un nuovo elitanker o un nuovo canadair. Insisteremo per avere altri mezzi”. Ma la Sardegna pare essere già ben attrezzata per le situazioni d’emergenza, grazie alle quattro basi operative di Pula, Villasimius, Mandas e Santa Teresa, agli 11 elicotteri, alle 600 autobotti ai quasi 10.000 volontari attivi. Saranno aperte le basi stagionali di San Teodolo e della Maddalena. E’ possibile che vengano anche attivati due distaccamenti extra a Orosei e a Carloforte. La spera per il piano antincendio 2014 è di 56 milioni di euro.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X