Lo shutdown Usa risparmia, almeno finora, i servizi di emergenza

Lo shutdown Usa risparmia, almeno finora, i servizi di emergenza

La serrata degli uffici pubblici statunitense definita “shutdown” non colpisce i servizi di emergenza. Le autorità federali, che pure hanno dovuto chiudere i loro uffici e licenziare 800mila persone, tranquillizzano la cittadinanza. Il numero di emergenza 911, che attiva soccorso sanitario, vigili del fuoco e forze di polizia, rimane in piena attività, così come l’erogazione dei servizi medici e le prestazioni previdenziali.

Tuttavia, il quinto giorno consecutivo di paralisi del settore pubblico statunitense evoca scenari piuttosto foschi sulla tenuta di questi pilastri fondamentali del governo a stelle e strisce. La battaglia politica tra democratici e repubblicani sulla riforma della politica sanitaria voluta da Obama, si sta trasformando in un boomerang che sgomenta i cittadini e pone loro seri interrogativi sul futuro. Dagli Stati Uniti cominciano ad arrivare le prime notizie di disservizi e paralisi che interessano anche il settore dell’emergenza. La chiusura degli ingressi alle grandi aree protette, spaventa i tanti residenti all’interno del perimetro dei parchi.

Nel Tennessee orientale, per esempio, nella zona delle Great Smoky Mountains, le comunità locali parlano di difficoltà di movimento determinate dalla chiusura dei cancelli della zona naturalistica, che sta condizionando il trasporto scolastico e i servizi di emergenza. Le strade secondarie, infatti, allungano inesorabilmente i tempi di intervento.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X