Salvataggi in miniera, la storia raccontata da uno dei soccorritori di Marcinelle

Sessant’anni fa, l’8 agosto del 1956, a Marcinelle in Belgio una miniera andò a fuoco. Nell’impianto quel giorno lavoravano 274 operai. In quel rogo maledetto morirono in 262 esseri umani. I soccorritori continuarono a tentare di salvare vite per 15 lunghi giorni, senza esito. Tra le vittime c’erano 136 italiani. Ecco il racconto di uno di loro:

Si chiama Lino Rota ed è un ex minatore italiano che vive in Belgio, a Charleroi. E’ uno dei protagonisti delle operazioni di salvataggio avvenute nel 1956, ad agosto, durante il terribile incidente avvenuto nel Bois du Cazier di Marcinelle.

 

C’erano difficoltà terribili. Scavalcammo morti e cadaveri per cercare di tirare fuori i vivi. “Abbiamo cercato di fare il possibile per recuperare i vivi, ma abbiamo trovato di tutto, fra il fumo e il bruciato. Una cosa triste e terribile fino a che non siamo arrivati al fondo. Facevo 4/5 ore al giorno di turno e sono rimasto a 1030 metri sottoterra fino al 23 agosto. Le speranze erano perdute, quando Angelo Galvan è tornato in superficie con due altri soccorritori…” Continua a guardare questa straordinaria testimonanza qui: https://www.youtube.com/watch?v=o51vFJRHxQw

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X