Sanità  privatizzata, si va verso l’incentivo alle assicurazioni

Sanità  privatizzata, si va verso l’incentivo alle assicurazioni

ROMA – La spesa sanitaria in Italia è fra le più basse del mondo, attestandosi al 7,2% del Pil nel 2012. Aggiungendo le spese sostenute dai privati, si arriva ad una spesa totale del 9,2% rispetto al prodotto interno lordo. La media OCSE è del 9,3% mentre la media europea è del 10%. Ma non basta, per poter mantenere attivo il Servizio Sanitario Nazionale bisogna tagliare ancora di più, e spostare sui privati il peso della cura e dell’ospedalizzazione. Tanto che alla Camera la commissione congiunta Bilancio e Affari sociali sta valutando il documento dell’indagine conoscitiva sul SSN e sta cercando di capire come affiancare nuove soluzioni per il futuro.

Una di queste pare essere – oltre al ticket sanitario evoluto – una presenza più forte delle compagnie assicurative a fianco di una sanità istituzionale. I 110,8 miliardi di euro spesi dall’Italia nel settore sanitario quindi devono essere affiancati da risorse private, e non si pensa solo alla via dell’ospedalizzazione, ma anche a quella del soccorso. Già per il 2013 la spesa sanitaria dovrebbe essere tagliata di altri 3 miliardi di euro.
Secondo quanto riporta il Fatto Quotidiano online sarà incentivata la sanità integrativa, tramite le polizze assicurative e la defiscalizzazione. Una serie di tagli dedicati sia alle imprese che ai cittadini. Misure che dovranno iniziare prima di tutto nelle regioni dove le spese sanitarie sono state troppo alte e sono stati quindi attivati i piani di rientro. Inoltre il documento analizzato alla Camera ed elaborato dalle due commissioni congiunte, porta sotto l’occhio della politica la necessità di spostare i pazienti dagli ospedali alle case di cura territoriali, portando cioè l’attenzione e lo sforzo dall’ospedalizzazione dei pazienti acuti ad una gestione più organica dei pazienti-cronici. E per fermare l’illegalità: nel settore della sanità pubblica almeno il 5% dei fondi finiscono in sistemi corruttivi “un fenomeno preoccupante – ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini – che non solo incide sull’efficenza e sull’equità dei servizi, ma che mina alla radice il rapporto di fiducia tra istituzione e i cittadini, in un settore essenziale per la vita del paese”.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X