Surfista californiano sopravvive all’attacco di uno squalo

Surfista californiano sopravvive all’attacco di uno squalo

 

Eureka, California – Sarebbe stata una giornata perfetta per fare surf se non fosse stato per lo squalo.

Era domenica mattina quando Jay Scrivner, insegnante quarantacinquenne di inglese al college, si trovava in mare nella zona settentrionale delle coste della California, esattamente ad Eureka, quando uno squalo di approssimativamente di 2 metri e mezzo ha morso la sua coscia e la sua tavola.

“A volte hai dei presentimenti quando ti trovi in acqua”, ha detto Scrivner, ricoverato in una stanza dell’Ospedale San Joseph di Eureka, “ma il clima era così disteso e piacevole! Ero sdraiato sulla mia tavola, sguazzando qua e la e aspettando l’onda giusta”.

Scrivner è pratico della zona ed era al corrente dell’attacco che era già avvenuto nella stessa area costiera l’anno passato. Dichiara di aver visto spuntare dal nulla i denti e il naso dello squalo. Dopo l’attacco, avrebbe colpito lo squalo e si sarebbe lasciato andare a quello che i suoi amici hanno definito un grido primordiale. “Non potevo credere a quello che era appena successo. Non appena sono riuscito ad allontanare lo squalo mi sono chiesto: sono davvero stato morso? E’ qualcosa a cui la mente non riesce a credere”.

Dopo aver controllato il proprio corpo, incoraggiato da un amico, Scrivner si è diretto verso la spiaggia. Una volta a riva, gli amici e compagni surfisti hanno premuto sulla ferita e stretto attorno una maglietta in modo da fermare l’emorragia.

Scrivner era cosciente ed allerta quando sono arrivati i soccorsi sulla spiaggia. Fortunatamente, il morso dello squalo non ha danneggiato l’arteria femorale o i tendini. L’unica ferita riportata è stato il danneggiamento di tessuto muscolare che ha richiesto 30 punti. Si prevede che l’uomo raggiunga presto la completa guarigione.

Scrivner sostiene di esser stato salvato dalla sua fedele tavola da surf, decisamente più spessa di quelle moderne.  Nonostante lo spiacevole episodio, l’ansia e gli incubi, il professore ha dichiarato che tornerà senz’altro a surfare.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X