Apparato genitale femminile

Apparato genitale femminile

Con apparato genitale femminile s’intende il complesso degli organi riproduttivi della femmina la cui attività 300px-Apparato_genitale_femminilecomprende la produzione di ormoni femminili ovvero estrogeni e progestinici (funzione endocrina) e per l’appunto riproduttiva in quanto vi si sviluppano i gameti femminili.

Nello stato embrionale tale apparato si presenta inizialmente come asessuato e si sviluppa in seguito prendendo sembianze femminili nel caso in cui non vi sia congiunzione delle labbra esterne a formare lo scroto e non vi sia lo sviluppo del pene che rimane nella forma clitoridea. Precisamente nella donna non si ha lo sviluppo dei condotti eiaculatori ovvero condotti di Wolff ma dei condotti di Müller che vanno a formare la vagina e l’utero e che in parte rimangono nello stato iniziale dando origine alle tube di Falloppio.

Fisiologia

L’apparato genitale femminile è strutturato in due parti:

genitali interni (ovaie, salpige, tube di Falloppio, utero, cervice e vagina)

genitali esterni (vulva, monte di Venere, clitoride, grandi labbra e piccole labbra)

Strutturazione dei genitali interni

genitali interni sono la parte nascosta e quindi non visibile all’esterno dell’apparato riproduttivo femminile e si 300px-Fisiologia_apparato_genitale_femminilecompone nel dettaglio di:

Ovaie che si trovano nella cavità pelvica (ai due lati dell’utero) e che sono formate dai follicoli ovarici che producono le cellule uovo mature che viaggiano attraverso le tube di Falloppio che fungono da collegamento con l’utero; nel caso in cui nelle tube vi siano degli spermatozoi avviene la fecondazione quindi l’ovulo raggiunge l’utero dove va a svilupparsi lo zigote mentre se non vi sono le cellule vengono espulse tramite il ciclo mestruale. La produzione delle cellule uovo avviene durante la pubertà(menarca) e successivamente ogni mese un ovaio alternandosi all’altro ha il compito di produrre le suddette cellule al contrario la cessazione della produzione delle cellule uovo è segno dell’inizio della menopausa. Le ovaie sono anche responsabili della produzione degli ormoni (estrogeni e progesterone)

Salpinge o Tube di Falloppio ovvero le due trombe che collegano l’ovaio all’utero, sono lunghe 12-13 cm e la loro funzione principale è quella di raccogliere le cellule uovo e di dar luogo alla fecondazione oppure di espellerle nel caso in cui non vengano fecondate.

Utero è l’organo più complesso fra questi, si posizione fra l’ano e la vagina e si compone di corpo, collo (detto anche cervice) ed istmo ed è costituito da tre tessuti differenti ovvero tonaca esterna, tonaca muscolare e mucosa uterina. La sua funzione è quella di ospitare la cellula uovo fecondata che si evolve in zigote e successivamente in embrione. Ogni mese la mucosa ovvero l’endometrio s’ispessisce grazie agli ormoni prodotti dalle ovaie per ospitare un’eventuale embrione e che invece da luogo alla mestruazione frantumandosi in caso contrario.

Vagina ossia il canale sottostante l’utero che in fase di sviluppo del feto si localizza all’interno dell’addome e scende successivamente verso l’inguine dove si scinde e si apre verso l’esterno rimanendo parzialmente occlusa da una membrana detta imene. La sua funzione è quella nell’atto riproduttivo di accogliere il pene (organo genitale maschile) e di condurre gli spermatozoi verso le tube mentre espelle il sangue nella fase mestruale mensile.

Strutturazione dei genitali esterni

genitali esterni sono la parte visibile dell’apparato riproduttivo femminile e sono principalmente i componenti della vulva, l’area verticale che si compone di:

Monte di Venere ovvero una struttura adiposa coperta di peluria posizionata in corrispondenza dell’osso pubico.

Clitoride ossia l’organo erettile che nell’uomo si sviluppa in forma di pene mentre nella donna rimane di piccole dimensione ed è il punto in cui s’incontrano le grandi labbra, è irrorato da molti vasi sanguigni pertanto è un organo 300px-Apparato_genitale_femminile_esternomolto sensibile.

Grandi labbra ovverossia delle piaghe cutanee coperte di peluria che possono variare per forma e dimensione è costituiscono la parte più esterna dell’organo genitale.

Piccole labbra anch’esse pieghe cutanee che sono posizionate più vicine all’ingresso della vagina, nella parte più interna della vulva.

L'autore

Articoli correlati

Rispondi

BANNER_GUIDASICURA_AMBULANZA

X