Daltonismo

Daltonismo

Cos’è

Il daltonismo consiste in una cecità ai colori, ovvero nell’inabilità a percepire i colori del tutto o solo in parte. Si definisce daltonica la persona che non riesce a distinguere luci di diversa lunghezza d’onda. Il daltonismo è una condizione in cui si ha un’alterata percezione dei colori.

Più precisamente si distingue in:

  • Acromatopsia: deficit di visione di tutti e tre i colori fondamentali (rosso, verde e blu)
  • Discromatopsie: deficit di visione di uno dei tre colori fondamentali. Più in particolare si ha:

1) Protanopia (insensibilità) e protanomalia (scarsa sensibilità) al rosso;
2) Deuteranopia (insensibilità) e deuteranomalia (scarsa sensibilità) al verde
3) Tritanopia (insensibilità) e tritanomalia (scarsa sensibilità) al blu e giallo

I soggetti affetti da Acromatopsia hanno una visione monocromatica, mentre coloro con Protanopia, Deuteranopia o Tritanopia hanno una visione bicromatica, in quanto non percepiscono uno dei 3 colori fondamentali.

Cause

Esistono diversi tipi di daltonismo. I più diffusi sono dovuti ad alterazioni ereditarie dei fotorecettori, ma è anche possibile riscontrare il daltonismo in seguito ad un danneggiamento della retina, del nervo ottico o di determinate aree della corteccia cerebrale. Tale daltonismo è spesso diverso da quello di origine genetica, e può manifestarsi solo in una parte del campo visivo. Alcune forme temporanee di daltonismo possono comparire raramente a chi soffre di emicrania. Altre forme di daltonismo acquisito possono essere reversibili. La causa però più frequente di questa patologia è un’alterazione ereditaria dei fotorecettori.

Cura

Non sono ancora state trovate cure per le varie forme di daltonismo, però esistono delle lenti correttive per daltonici che permetto agli stessi di distinguere i colori nella maniera più efficace.

L'autore

Articoli correlati

Rispondi

BANNER_GUIDASICURA_AMBULANZA

X