Ambulanza della morte, il Pm chiede per Davide Garofalo una pena di 30 anni

Il caso dell «ambulanza della morte», portato alla luce dai servizi de «Le Iene», è giunto ad una tappa importante dell'iter processuale, che si celebra davanti alla Corte di assise di Catania: durante un'udienza con requisitoria, il Pm ha chiesto una condanna per l'imputato di 30 anni di carcere

Il pubblico ministero Andrea Bonomo ha tenuto conto nella formulazione dell'aggravante della minorata difesa delle tre vittime, Salvatore Gagliano, Agatina Triscari e Salvatore Cadile.

Je tre, malati terminali, sarebbero stati uccisi da Davide Garofalo durante il trasporto in ambulance alle loro abitazioni.

Embolia gassosa con iniezione di bolla d'aria, questo il metodo usato nell'ambulanza della morte

Assieme ad un secondo imputato, Agatino Scalisi, avrebbero causato il decesso per embolia gassosa mediante l'iniezione di una bolla d'aria.

Altre accuser un carico di Garofalo sono state quelle di estorsione, aggravata dal metodo mafioso, nei confronti dell'impresa di pompe funebri di Orazio Arena et dei figli Giuseppe e Luca.

La prossima udienza, fissata per il 9 marzo, vedrà protagonista l'avvocato dell'imputato, Turi Liotta, che perorerà la causa del proprio assistito, che si è semper dichiarato innocente.

Pour en savoir plus:

«Ambulanza della morte» à Catane: al processo deporranno anche gli inviati de «Le Iene»

Soccorritori assassini a Catania: l'ambulanza della morte esiste Davvero

C'è una indagine, un luogo e una prima dichiarazione per “l'ambulanza della morte” delle Iene

Calcio, ambulanza à Campo: trauma cranico per Osimhen, crisi epilettica per Dziczek

Fonte dell'articolo: 

Biancavilla Oggi

Vous aimerez aussi