Haïti, le conseguenze del terremoto: le cure in Emergenza ai feriti, la solidarietà in azione

Haïti, il 14 agosto un terribile terremoto ha ucciso vers 2.200 persone, ferendone vers 12mila. Dopo alcuni giorni, sull'argomento è calato un esecrabile silenzio, interrotto solo da una bella iniziativa della Harvard Medical School, per quanto riguarda la medicina di Emergenza, e dalle iniziative delle organizzazioni di volontariato (Misericordie, Pubbliche Rossa Assistenze), la solidarité

L'Harvard Medical School al fianco di Haiti con la propria medicina di Emergenza

Dans un bell'articolo a firma Leslie Friday una delle scuole di Medicina più prestigieux al mondo spiega quali iniziative siano state messe in campo e in cosa consista la cura dei pazienti colpiti da un terremoto di tale intensità.

Parliamo, per intenderci, di una magnitudo di 7,2, cui è seguita, due giorni dopo, la tempesta tropicale Grace.

“Una settimana dopo il disastro – scrive Leslie Friday nel proprio articolo -, i medici si concentrano sul trattamento delle ossa rotte e delle lesioni interne, cure essenziali per salvare vite umane e prevenire l'invalidità permanente.

I funzionari haitiani che hanno ispezionato la regione colpita hanno riferito di oltre 12.000 feriti dal sisma, che si è concentrato su Petit Trou de Nippes lungo la penisola meridionale, case rase al suolo e diverse structure sanitaire crollate o gravemente danneggiate.

Shada Rouhani , direttrice delle emergenze e delle cure critiche presso l'organizzazione internazionale di assistenza sanitaria Partenaires en santé e assistente professore di medicina d'urgenza della Harvard Medical School presso il Brigham and Women's Hospital, ha lavorato per anni a fianco dei colleghi di Zanmi Lasante, come PIH è conosciuto ad Haiti .

Questo lavoro comprennent l'aiuto all'istituzione del dipartimento di urgence e della residentza di medicina d'urgenza, l'unico ad Haïti, presso l' Hôpital Universitaire de Mirebalais negli anni successivi al terremoto di Haiti del 2010 e il sostegno a programmi di formazione per the cure di Emergenza.

Ora sta aiutando a sostenere la risposta rapida guidata dai suoi colleghi haitiani, alcuni dei quali si sono formati quasi dieci anni fa.

I loro sforzi hanno fatto una differenza fondamental nella risposta alle emergenze tra il 2010 e oggi.

Quali tipi di lesioni derivano tipicamente da un forte terremoto, come quello recente ad Haïti?

Rouhani: Nei primi giorni di solito assistiamo a molteplici form di trauma: persone con lesioni alla testa, sanguinamento nell'addome o nel torace, gravi lesioni da schiacciamento e ossa rotte.

Une urgence immédiate de haute qualité et d'assistance chirurgica possono salvare vite umane.

Ad esempio, il sanguinamento nell'addome richiede spesso un intervento chirurgico.

Dove c'è un chirurgo esperto e una sala operatoria attrezzata, l'hémorragie può essere fermata.

Laddove questo non esiste, l'emorragia non può essere fermata ei pazienti moriranno inutilmente.

Alcune ossa rotte sono anche associe un sanguinamento significativo.

Un femore o un bacino rotto possono causare emorragie fatali; le cure di Emergenza possono aiutare a fermare l'emorragia fino a quando l'intervento chirurgico non può curarla.

Quel concetto – le ossa rotte possono portare alla morte – è difficile da comprendere se non si è a Haiti. Puoi spiegare come sia possible e come i medici rispondono a queste emergenze?

Rouhani: Le ossa rotte possono essere « chiuse » ou « aperte ».

Chiuso significa che l'osso non rompe la pelle.

A volte questi sono trattati con calchi, a volte con un intervento chirurgico.

Ma, se non vengono trattate correttamente, le ossa non guariranno correttamente.

Questo può portare a deformità permanenti e disabilità.

Poiché molte persone ad Haïti hanno bisogno di lavoro fisico per sopravvivere, questo può essere particolarmente devastante.

I medici PIH sono in grado di identificare e trattare correttamente le ossa rotte per prevenirlo.

Aperto significa che c'è un taglio che espone l'osso rotto e può lasciare l'osso che penetra attraverso la pelle.

In questi casi, c'è anche il rischio che l'osso e la ferita possano essere infettati se il paziente non Riceve Antibioti e non viene operato.

Je ritardi negli antibiotiquesi e/o negli interventi chirurgici creano infezioni che possono richiedere amputazioni per il trattamento.

Nei casi più gravi, le infezioni possono diffondersi al resto del corpo e uccidere il paziente.

Le nostre squadre di pronto soccorso possono diagnosticare correttamente le fratture aperte e trattarle con antibiotiquesi e stecche fino a quando le nostre squadre chirurgiche non portano i pazienti in sala operatoria per pulire la ferita e riparare l'osso.

Venez vengono trattati altri tipi di lesioni?

Rouhani : A volte le persone hanno ferite significatif che non vengono curate inizialmente o che vengono trattate in modo errato.

Questi tagli possono quindi essere infettati.

Senza antibiotiquesi rapidi e la rimozione chirurgica del tessuto infetto, queste infezioni possono diffondersi e portare ad amputazioni e/o morte.

Nelle infezioni gravi che si sono diffuse al sangue, sono necessarie cure di Emergenza e di Emergenza per aiutare a fermare l'infezione e invertire il danno che potrebbe aver già causato agli organi.

Perché le cosiddette lesioni da schiacciamento a volte richiedono la dialisi renale?

Rouhani : Le lesioni da schiacciamento possono causare la rapida degradazione delle proteine ​​​​muscolari nel sangue.

Quando troppa di questa proteina si rompe in una volta, può causare insufficienza renale e pericolosi squilibri di elettroliti nel sangue che possono fermare il cuore.

La dialisi bilancia questi elettroliti mentre il trattamento medico, spesso liquidi per via endovenosa, viene utilizzato per rianimare i reni fino a quando non possono ricominciare a funzionare.

In che modo i terremoti come quello ad Haïti hanno un impatto su altri pazienti che potrebbero non essere stati feriti?

Rouhani : Nelle prime settimane dopo un désastre, inizieremo a vedere esacerbazioni di malattie croniche.

Le persone vengono tagliate fuori dai loro farmaci e si prendono cura di malattie croniche, come diabete, insufficienza hearta, ipertensione, e possono ammalarsi molto, molto velocemente.

Pensa a quei farmaci cronici come a mantenere le cose in equilibrio ea lavorare nel corpo.

Quando vengono rimossi, la malattia prend il sopravvento e le persone possono presentare crisi aigu, come chetoacidosi diabetica, ictus e gravi difficoltà respiratorie.

Nelle esacerbazioni dell'insufficienza hearta, il liquido può risalire nei polmoni quando il cuore non funziona bene.

Quando i polmoni sono pieni di liquido, non puoi respirare e puoi persino avere insufficienza respiratoire.

Inoltre, i terremoti possono causare disrupti da stress post-traumatique.

Le récent terremoto rischia di ritraumatizzare le persone che sono state colpite anche dal terremoto di Haiti del 2010.

I team di salute mentale del PIH stanno lavorando per supportare the persone durante queste crisi.

Sistemi sanitari completamente attrezzati, come quelli dell'Hôpital Universitaire de Mirebalais, sostenuto dal PIH, assicurano che ci siano elementi chiave per un'assistenza di qualità: medici per diagnosticare correttamente questi problemi e iniziare i trattamenti corretti; farmaci e forniture per trattare questi problemi; letti d'ospedale per prendersi cura di questi pazienti; e supporti ambulatoriali per aiutarli a rimettersi in piedi e riprendere i trattamenti ».

Terremoto di Haïti, la risposta solidale dell'Italia :

Come detto, le tre grandi organizzazioni di volontariato si sono attivate immediatamente per dare aiuto alle popolazioni colpite.

Naturalmente la Croce Rossa, essendo international, ha risposto con i propri volontari sul luogo e di paesi limitrofi.

Le Misericordie d'Italia, espressamente cattoliche, hanno ben presto contattato la Nunziatura Apostolica e quindi dato vita a raccolte fondi e altre iniziative di solidarietà concreta e tangibile.

Iniziative che hanno trovato dans Espace Spadoni, Fondazione vicina al mondo delle Misericordie, un sostegno altretanto solido e fattivo.

Pour en savoir plus:

Terremoto Haïti: le Misericordie pronte a rispondere alle richieste di aiuto

Terremoto et Haïti, oltre 1.300 morti. Save the Children : « Fare presto, aiutare i bambini »

Haïti, continuano gli sforzi di risposta al terremoto: gli interventi dell'Unicef

Lancio di agenzia / Haïti, terremoto di magnitudo 7.2 devasta il paese. La Protection civile : i morti sono almeno 225

Fonte dell'articolo:

Harvard Medical School

Vous aimerez aussi