Monte Alino, Soccorso Alpino salva ragazzo: recupero con barella portantina e fuoristrada ambulanzato

Barella portantina e fuoristrada ambulanzato: quando l’elisoccorso non è proprio praticabile: si è concluso nella serata di ieri l’intervento per soccorrere un ragazzo di 16 anni infortunato a Parre, in Lombardia.

 

L’adolescente stava facendo una passeggiata con altre persone quando è scivolato per una quindicina di metri in una forra, nella zona del Monte Alino.

Hanno chiesto subito aiuto: la centrale ha inviato sul posto il Soccorso Alpino e Speleologico Lombardia – CNSAS, con loro c’era anche il medico, arrivato sul posto con l’automedica del 118 regionale.

Grazie alle indicazioni ricevute, sono riusciti a localizzarlo e a raggiungerlo dopo uno spostamento a piedi di circa un’ora.

RECUPERO COMPLICATO: NIENTE ELISOCCORSO, VAI DI BARELLA PORTANTINA

Le condizioni ambientali non consentivano però il recupero per mezzo dell’elicottero, perché l’area d’intervento era molto chiusa.

Una volta raggiunto, il giovane è stato valutato – aveva diversi traumi e sospette fratture – e quindi è stato immobilizzato e portato in basso con la barella portantina; un percorso di un paio d’ore, con tratti in salita.

Il ragazzo è infine stato trasportato con il mezzo fuoristrada ambulanzato fino in paese, dove attendeva l’ambulanza della Croce Blu.

Si è trattato di un intervento lungo e complesso, che è terminato dopo diverse ore, in serata, e che ha impegnato una decina di soccorritori.

PER APPROFONDIRE:

FERRAGOSTO DIFFICILE PER IL SOCCORSO ALPINO: DECINE GLI INTERVENTI EFFETTUATI

FONTE DELL’ARTICOLO:

CNSAS – SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO

I commenti sono chiusi.