Google Glass e QR code rivoluzionano ospedale e pronto poccorso

Con molta probabilità saranno i medici la prima classe lavorativa ad usufruire dell’immensa potenzialità dei Google Glass, gli occhiali a realtà aumentata creati dal colosso di Mountain View. Una tecnologia dalla straordinaria essenza innovativa che permetterà agli operatori sanitari di avere sia in studio che in sala operatoria sotto i loro occhi e con le mani libere, le informazioni contenute nelle cartelle cliniche dei ricoverati in tempo reale. Ciò consentirà ai medici di agire con migliore tempismo e ridurrà drasticamente la probabilità di errore, migliorando l’efficienza e l’efficacia delle procedure mediche.

Lontano futuro? No, tutto questo è già realtà al Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston dove per il pronto soccorso è stato messo a punto “TIC”, un prototipo di software che permette di accedere rapidamente alla storia medica dei pazienti e alle informazioni sullo stato di salute attuale, guardando semplicemente un QR code posizonato sulla parete per identificare la persona in esame. Il programma è in grado di visualizzare il maggior numer di informazioni utili possibili all’interno del campo visivo del medico, che può contemporaneamente dialogare con il paziente e mettere in atto le procedure necessarie, monitorando i segni vitali, i risultati di laboratorio e altri dati.

Un esempio importante che dimostra come le nuove tecnologie sviluppate per lo più ambito social, possano rivelarsi utili anche in campo medico/scientifico.

I commenti sono chiusi.