Polizia Municipale, a Lucca festeggiati i 168 anni di attività

Sono 168 gli anni dalla Fondazione del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Lucca.

 

Il 6 giugno la cerimonia ha avuto inizio nella basilica dei Santi Paolino e Donato alle ore 9:30 con la Santa Messa celebrata dall’arcivescovo Paolo Giulietti. Alle ore 11 il sindaco Alessandro Tambellini, l’assessore alla sicurezza Francesco Raspini si sono trasferiti con le autorità intervenute al Real Collegio per prendere parte alla Cerimonia civile durante la quale il Comandante Maurizio Prina ha illustrato le attività e i risultati conseguiti dal Corpo nell’ultimo anno.

La sicurezza cittadina e il servizio viabilità

Nel 2018 attraverso l’efficienza e l’organizzazione della Centrale Operativa sono state gestite 8.153 segnalazioni di varie tipologie e sono stati individuati, tramite la videosorveglianza, 95 illeciti ambientali e, sono stati verificati, attraverso il collegamento con i varchi ZTL, circa un milione di accessi, di cui 52.758 in violazione e, dunque, sanzionati ai sensi del Codice della Strada. Il Nucleo Operativo Viabilità e Pronto intervento, con la collaborazione del Nucleo Sicurezza Urbana, ha sanzionato 459 mezzi pesanti per mancato rispetto dell’orario di riposo, ha impiegato 2496 ore per il servizio di viabilità presso i plessi scolastici, ha sanzionato 499 veicoli per superamento limiti di velocità e 578 veicoli per omessa revisione e o assenza di assicurazione. Infine, sono state elevate 203 sanzioni per uso del telefono cellulare durante la guida e 153 sanzioni per guida senza l’utilizzo della cintura di sicurezza nonché 7 sanzioni per guida senza patente. Notevole l’impegno per quanto riguarda i sinistri stradali, come stabilito dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: nel 2018 la Polizia Municipale di Lucca ha rilevato 692 sinistri, di cui 3 mortali, 407 con feriti e i restanti con soli danni a cose.

Incidenti stradali: i dati per il 2018 della Polizia Locale di Lucca

Il numero annuo degli incidenti stradali, per la città di Lucca, è in notevole diminuzione, grazie anche all’attività di prevenzione svolta dagli agenti lungo le strade del territorio comunale. Infatti i sinistri sono diminuiti dal 2016 ad oggi (822 nel 2016, 717 nel 2017 e 692 nel 2018, con una percentuale rispettivamente del 12,77% nell’anno 2017 e del 15,81% nell’anno 2018). Il decreto legge 20 febbraio 2017, n. 14, convertito, nella legge 18 aprile 2017, n. 48, ha introdotto disposizioni urgenti in materia di promozione della sicurezza integrata della sicurezza urbana e del decoro urbano. La Polizia Municipale di Lucca non è stata colta impreparata e grazie all’approvazione nel luglio 2018, da parte del Consiglio Comunale, del nuovo Regolamento di Polizia Urbana, si è potuta mettere in atto una normativa locale moderna ed estremamente preziosa per la lotta e contrasto al degrado urbano ottenuta con un processo partecipato che ha coinvolto attivamente i cittadini.

 

Solo nell’anno 2018 il Nucleo Sicurezza Urbana ha provveduto a sanzionare, fra gli altri: 340 soggetti per violazione dell’art. 22 (Atti vietati per violazione del decoro urbano), 16 soggetti per violazione dell’art. 28 (Atti vietati per contrasto con la sicurezza urbana), 25 soggetti per violazione dell’art. 27 (divieto di espletamento delle funzioni fisiologiche in luogo pubblico) e 30 parcheggiatori abusivi. Sono stati adottati 104 provvedimenti di allontanamento (i cosiddetti “DASPO urbani”). Numerosi sono stati anche i sequestri amministrativi di merce su area pubblica (90) effettuati congiuntamente al Nucleo di Polizia Annonaria. Il 2018 ha segnato inoltre l’approvazione di altri due importanti regolamenti comunali: il Regolamento relativo all’Ispettore ambientale, approvato con la deliberazione del Consiglio comunale n. 76 del 09/10/2018 ed il Regolamento relativo all’armamento e agli strumenti di autotutela per il personale del Corpo di Polizia municipale, approvato con deliberazione n. 51 del 10/07/2018. In merito alla figura dell’Ispettore Ambientale grazie alla collaborazione con la Prefettura sono state inquadrate le funzioni che si differenziano da quelle delle Guardie Ambientali Volontarie, anch’esse inserite nel regolamento comunale, disciplinate anche dalla legge regionale.

Volontariato e Polizia Locale: connubio vincente

Alcune Guardie Ambientali Volontarie hanno preso servizio in affiancamento al Nucleo di Polizia Ambientale favorendo i controlli in tema di raccolta dei rifiuti urbani, tutela del decoro e dell’igiene ambientale. Per di più è in corso di svolgimento la formazione specifica rivolta agli operatori del gestore del servizio rifiuti; alla conclusione del periodo formativo anch’essi acquisiranno la qualifica di Ispettore Ambientale Comunale, ma con compiti di mera segnalazione e non sanzionatori. Nell’ambito della repressione dell’abbandono rifiuti nell’anno 2018 sono state acquistate telecamere di controllo mobili (le cosiddette foto-trappole) che, dopo l’avvio effettivo avvenuto a marzo 2019, sono state poi posizionate nei dintorni dei luoghi soggetti ad abbandoni di rifiuti ed hanno già consentito l’individuazione di parecchi illeciti.

Nell’anno 2018 è stato ulteriormente implementato il progetto di Controllo del Vicinato, già attivo dal 2014, dove la Polizia Municipale – Nucleo Sicurezza Urbana – riveste una particolare importanza, poiché ha effettuato numerosi incontri con la cittadinanza interessata ed ha instaurato, con i singoli coordinatori del Controllo di Vicinato, un rapporto equilibrato, diretto e corretto, aumentando la propria presenza e visibilità sul territorio delle frazioni della città di Lucca interessate. Sono stati attivati quattro nuovi gruppi di Controllo del Vicinato nelle frazioni di Mugnano, Pieve Santo Stefano, Sesto di Moriano e Pontetetto. Ogni gruppo è attivo tramite collegamento Whats-app, al quale partecipano cittadini e Agenti del Nucleo Sicurezza Urbana, oltre ai colleghi di altre Forze di Polizia. In totale, le frazioni comunali al momento coperte dal progetto del Controllo del Vicinato sono 11. Il Nucleo Polizia Annonaria ha effettuato 185 controlli in materia di esercizi commerciali in sede fissa e relative 124 sanzioni, 187 controlli per occupazione di suolo pubblico e relative 102 sanzioni, 251 controlli in strutture ricettive e relative 236 sanzioni.

Sanzioni amministrative, la Polizia Locale motore della regolarità

Gli accertamenti del Nucleo di Polizia Annonaria, oltre all’elevazione dei dovuti verbali, consentono a diversi uffici comunali di recuperare finanche tributi non versati (come ad esempio il canone dell’occupazione di suolo pubblico, la tassa di soggiorno, proventi pubblicitari, ecc.), in conseguenza dell’emergere di attività abusive o di gestioni irregolari di attività autorizzate (374 comunicazioni nell’anno 2018). Accanto alla Polizia Annonaria vi sono altri Nuclei Specialistici attivamente presenti sul territorio: il Nucleo di Polizia Giudiziaria, il Nucleo di Polizia Edilizia e il Nucleo di Polizia Ambientale. A gennaio 2018, nell’ottica di riorganizzazione del Comando, i tre nuclei sono stati fusi in uno unico denominato: Nucleo di Polizia Giudiziaria, Edilizia e Ambientale, in quanto materie strettamente collegate. È assai frequente, infatti, che verificando un abuso edilizio ne emerga anche uno ambientale o che una violazione ambientale si concretizzi in una violazione penale ovvero in combinato disposto con tutte le fattispecie. Nel 2018 la Polizia Ambientale ha redatto, nell’ambito delle numerose attività espletate: 23 notizie di reato in materia ambientale, 452 verbali amministrativi per le violazioni in materia di raccolta porta a porta e 58 sanzioni per abbandono di rifiuti; inoltre, sono stati recuperati 99 veicoli e velocipedi abbandonati in area pubblica e 13 veicoli in area privata. Rilevante è anche l’attività svolta dalla Polizia Edilizia, che nell’anno 2018 ha effettuato 295 sopralluoghi e redatto 16 notizie di reato e 23 annotazioni di polizia giudiziaria. La Polizia Giudiziaria ha inviato nello scorso anno all’Autorità Giudiziaria170 notizie di reato (alle quali si vanno ad aggiungere quelle degli altri nuclei per un totale complessivo di 395) e 13 sequestri penali.

Il Corpo di Polizia Municipale, in collaborazione con Aci Lucca, è impegnato da tempo in un’opera di sensibilizzazione sul tema della sicurezza e dell’educazione stradale, rivolta a tutti i cittadini, a partire da quelli più piccoli. Il progetto di educazione stradale è stato finalizzato alla costruzione di un percorso educativo che insegni agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado a vivere la strada in modo consapevole, sicuro e responsabile, da protagonisti del traffico, sia come pedoni sia come ciclisti e futuri automobilisti. Il Nucleo Informazioni nel 2018 ha effettuato 37 verifiche per i mancati adempimenti dell’obbligo scolastico. È stata rilevante anche l’attività svolta con la collaborazione dell’Ufficio Casa e dell’Erp; infatti, sono stati effettuati 26 sopralluoghi negli alloggi ERP per verificare se all’interno vi dimoravano persone diverse dagli aventi diritto e, ad onor del vero, il Comune di Lucca vanta uno dei tassi più bassi d’Italia in materia di occupazioni abusive di case popolari. Il Comune di Lucca ha aderito al progetto “Scuole Sicure 2019/2020”, promosso dal Ministero dell’Interno e finanziato con il Fondo per la sicurezza urbana per la prevenzione e al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici. Notevole il lavoro degli uffici interni del Comando. Dopo la fase della verbalizzazione su strada da parte degli agenti, i verbali sono destinati al Nucleo Amministrativo Verbali e Contenzioso e, nello specifico, all’Ufficio Violazioni, che registra il verbale, acquisisce, nel caso non fossero presenti, tutti i dati necessari per la successiva notifica dell’atto e cura pure l’eventuale procedimento di riscossione coattiva per quelli non pagati grazie anche alla collaborazione di Lucca Holding Servizi.

Nell’anno 2018 questo Ufficio ha gestito 99.151 sanzioni amministrative al Codice della Strada (77.295 nel 2017 e 92.895 nel 2016), 2.523 verbali amministrativi, 207 procedimenti inerenti fermo e o sequestro amministrativo dei veicoli, 105 procedimenti inerenti sequestri di altra natura. L’Ufficio Contenzioso, invece, predispone le memorie difensive in caso di ricorsi. Nell’anno 2018 quest’ufficio ha gestito 1150 ricorsi ad atti riferiti al Codice della Strada e indirizzati al Prefetto e al Giudice di Pace e 188 ricorsi a verbali amministrativi. Si segnala l’aumento della percentuale dei ricorsi vinti sul totale dei ricorsi presentati al Giudice di Pace: 66% anno 2018; 54,44% anno 2017; 48,62% anno 2016. Infine, ma non per questo di minore importanza gli Uffici Servizi e Segreteria e Comunicazione. Questi uffici elaborano i turni di servizio giornalieri e settimanali del Corpo, predispongono le pattuglie ad hoc in concomitanza di manifestazioni annuali e straordinarie, predispongono le ferie ed i riposi del personale; registrano tutte le comunicazioni cartacee (36.662 nell’anno 2018), organizzano corsi di formazione per il personale, provvedono agli acquisti necessari per il Comando quali vestiario, veicoli, strumentazioni e relativa manutenzione.

Le parole del Sindaco di Lucca per il Corpo di Polizia Municipale

“Ringrazio gli agenti della Polizia Municipale per l’impegno dimostrato da questi risultati e mi congratulo con il Comandante Prina per il lavoro svolto – dichiara il sindacoAlessandro Tambellini – La Polizia Municipale rappresenta uno dei punti di riferimento più importanti per i cittadini, il primo presidio del Comune sul territorio capace di infondere senso di sicurezza, di rispetto per la legalità e per il bene comune che alimentano quell’idea di comunità e di coesione sociale che sono alla base di uno Stato efficiente.  Ringrazio il Corpo della Polizia Municipale anche per la collaborazione offerta alla riuscita delle grandi manifestazioni che contraddistinguono la nostra città, come il Lucca Summer Festival e Lucca Comics & Games”. “L’azione futura della Polizia Municipale sarà concentrata su tre grandi e prioritari obiettivi: la sicurezza stradale, il capillare controllo del territorio e, soprattutto, la sicurezza urbana e ambientale, intesa come puntuale rispetto delle regole, lotta al degrado urbano e un’intensa azione inter-istituzionale, volta a garantire, ai nostri cittadini, un livello di civile e serena convivenza, senza paure o falsi allarmismi, naturalmente in collaborazione con le altre Forze dell’Ordine, pur nell’ambito delle reciproche competenze – dichiara il Comandante Maurizio Prina – Oltre al resto la Polizia Municipale della città di Lucca ha aderito, nel corrente anno, al progetto regionale Polizia Municipale di prossimità, intervento finalizzato all’incremento della presenza della polizia municipale nelle frazioni segnate da particolari e crescenti fenomeni di illegalità e microcriminalità. In particolare, il personale opererà maggiormente nelle zone periferiche della città e dovrà rappresentare un punto di riferimento per i cittadini e per i commercianti, operando finanche come deterrente prevenendo potenziali illeciti, costruendo un rapporto di maggior fiducia con i cittadini, in un’ottica di maggior avvicinamento della popolazione alle istituzioni”.

La Polizia Municipale di Lucca si muove con i mezzi allestiti da Bertazzoni Allestimenti Veicoli Speciali

I commenti sono chiusi.