Elisoccorso e trasporto di pazienti con bisogno di sangue: in Germania progetto pilota ADAC Luftrettung

Elisoccorso e trasporto di sangue, progetto pilota ADAC Luftrettung con gli ospedali della Bundeswehr a Ulm e Coblenza

Ulteriori progressi nella cura dei pazienti dall’aria: gli elicotteri di soccorso ADAC “Christoph 22” a Ulm e “Christoph 23” a Coblenza hanno ora a bordo prodotti di coagulazione del sangue per le loro missioni mediche di emergenza.

In questo modo, le persone gravemente ferite con una massiccia perdita di sangue possono già essere rifornite di sangue nel sito di azione e la coagulazione del sangue può essere supportata in una fase iniziale.

Soprattutto nel caso di incidenti sul lavoro e stradali nelle zone rurali, i responsabili si aspettano vantaggi per i pazienti a causa del tempo di trasporto più lungo in una clinica adeguata.

Altre stazioni del soccorso aereo ADAC in Germania dovrebbero beneficiare dei risultati pratici e scientifici del progetto pilota.

“Con esperienza nel settore militare, il Bundeswehr Hospital di Ulm e il Bundeswehr Central Hospital di Coblenza sono per noi partner di cooperazione ideali per introdurre l’afflusso di sangue dall’aria ai servizi di soccorso”, sottolinea Frédéric Bruder, amministratore delegato dell’ADAC Luftrettung.

Elisoccorso, in Germania sangue e prodotti della coagulazione a bordo del “Christoph 22” e “Christoph 23”

“Christoph 22” e “Christoph 23” sono composti da medici di pronto soccorso che hanno già potuto acquisire competenze nel campo della trasfusione precoce nel corso di missioni militari all’estero negli ultimi anni.

Studi condotti in missioni militari hanno dimostrato che il donare il sangue in una fase iniziale può aiutare a garantire che i pazienti feriti molto più gravemente raggiungano la clinica vivi.

Come risultato di questa esperienza, dall’agosto 2015 sono stati prelevati campioni di sangue da pazienti gravemente feriti presso l’ospedale Bundeswehr di Ulm per poter analizzare la necessità di emoderivati ​​e preparati per la coagulazione in modo più preciso nell’ambito di uno studio scientifico.

Elisoccorso e trasporto di feriti con bisogno di trasfusioni di sangue: il progetto in corso è stato avviato sulla base di questi dati

“L’emorragia incontrollata a seguito di un grave infortunio in incidenti è la principale causa di morte nei pazienti di età inferiore ai 45 anni”, spiega il medico senior Prof. Dr. Matthias Helm.

Il direttore della Clinica di anestesiologia, medicina di terapia intensiva, medicina d’urgenza e terapia del dolore presso il Bundeswehr Hospital di Ulm e il suo team hanno avviato il progetto pilota nell’agosto 2020.

“Possiamo raggiungere questi pazienti molto rapidamente in elicottero e, con la somministrazione precoce di globuli rossi e fattori di coagulazione, possiamo trasferire un altro componente della medicina di terapia intensiva dalla clinica direttamente al sito di distribuzione”.

Il Bundeswehr Central Hospital di Coblenza ha avviato il progetto in ottobre.

Simile al Giura Svevo, le distanze dalle cliniche target idonee sono talvolta piuttosto lunghe nell’area operativa di “Christoph 23”.

A Coblenza si sta anche studiando la misura in cui la forma e la forma dei globuli rossi cambia a causa delle vibrazioni quando il sangue viene trasportato in elicottero.

Il colonnello Dr. Willi Schmidbauer, Direttore della Clinica di Anestesiologia, Medicina di Terapia Intensiva e Medicina d’Emergenza a Coblenza: “Una caratteristica del soccorso aereo che esiste da oltre 50 anni è quella di portare al paziente un team medico altamente qualificato e fornire loro un’assistenza eccellente.

Con l’afflusso di sangue, stiamo ora studiando scientificamente un’altra possibilità per aumentare questa qualità delle cure “.

Germania, entrambe le stazioni di soccorso aereo dell’ADAC vogliono riferire sulle loro prime esperienze con il progetto su elisoccorso e trasporto di sangue nella primavera del 2021

In futuro, le indagini possono essere integrate in altri luoghi di soccorso aereo, in modo che il progetto venga collocato su una base scientifica ancora più ampia.

I centri di studio prevedono circa dieci utilizzi degli emoderivati ​​nel luogo di utilizzo ogni anno.

Entrambi gli elicotteri di soccorso trasportano non solo concentrati di eritrociti (globuli rossi), ma anche fattori di coagulazione.

Vengono utilizzati globuli rossi (eritrociti) del gruppo sanguigno zero con fattore Rhesus negativo, in quanto tollerati da tutte le persone.

Poiché il sangue donato può essere conservato solo per poche settimane, entrambi gli ospedali della Bundeswehr dipendono dalle donazioni di sangue.

I concentrati di globuli rossi e i fattori di coagulazione vengono distribuiti tramite le banche del sangue delle cliniche e il servizio medico trasfusionale della Bundeswehr e, se non sono necessari, messi a disposizione degli altri pazienti nelle cliniche in tempo utile prima della scadenza del loro periodo di validità.

In questo modo il sangue non decade, anche se non viene utilizzato sui due elicotteri di soccorso ADAC.

L’elicottero di soccorso a Ulm è iniziato nel 1971 con un equipaggio medico dell’ospedale Bundeswehr, dal 2003 il soccorso aereo dell’ADAC ha fornito elicotteri e piloti.

Nel 2019 “Christoph 22” è stato utilizzato circa 1500 volte.

L’equipaggio dell’Ulm Air Rescue Center è composto da tre piloti dell’ADAC Air Rescue, 21 medici di emergenza e sette paramedici di emergenza (TC HEMS) dell’ospedale Bundeswehr di Ulm.

“Christoph 23” è in azione presso il Bundeswehr Central Hospital di Coblenza dal 1973 ed è operato lì dal 1999 dall’ADAC Air Rescue. Nel 2019 è stato utilizzato circa 2100 volte.

Anche qui sono schierati tre piloti del soccorso aereo dell’ADAC e 19 medici di emergenza e 6 paramedici di emergenza della Bundeswehr.

Gli elicotteri di soccorso ADAC partono a livello nazionale circa 54.000 volte l’anno.

Ciò corrisponde a circa 150 emergenze al giorno.

Per approfondire:

COVID-19, in Germania la risposta dei soccorritori: le 37 stazioni di elisoccorso ADAC in massima allerta

HEMS e drone ambulanza, dalla Germania uno studio dal servizio di elisoccorso ADAC Luftrettung sul multicottero / PDF

Elisoccorso notturno, aumenta il numero delle piazzole per atterraggio e decollo di 118 Centrale Operativa di Parma

Read The English Article

Fonte dell’articolo:

Sito ufficiale ADAC Luftrettung

I commenti sono chiusi.