HEMS e drone ambulanza, dalla Germania uno studio dal servizio di elisoccorso ADAC Luftrettung sul multicottero / PDF

Operazioni HEMS, uno dei settori più innovativi in tema di soccorso in emergenza urgenza. Un supporto aereo si è dimostrato negli ultimi decenni risolutivo negli interventi del nostro 118, così come del resto in ogni altra parte del mondo.

Obiettivi per un futuro più performante degli interventi HEMS non possono che riguardare rapidità, dotazioni per la cura del paziente e sicurezza del volo.

Per quest’ultimo fattore, sono certamente interessati gli operatori sanitari del Soccorso Alpino, date le condizioni meteo che condizionano sovente gli scenari di intervento.

Multicottero con equipaggio: né drone ambulanza, né elicottero. Il test di ADAC Luftrettung

Il servizio di soccorso tedesco ADAC Luftrettung ha pubblicato uno studio di 130 pagine che dimostra come un mirato utilizzo di multicottero con equipaggio non solo è possibile, ma anzi vantaggioso per liberare l’elisoccorso con elicottero “standard” (per così dire) da alcune incombenze.

Le conclusioni dello studio sono tanto convincenti che ADAC Luftrettung ha annunciato un progetto che introdurrà il multicottero nelle operazioni di soccorso dal 2023.

Il dott. Andrea David, Presidente della Fondazione ADAC, ha in merito dichiarato: “La crescente carenza di medici di emergenza è una sfida importante per l’assistenza medica di emergenza per la popolazione, specialmente nelle zone rurali.

Ecco perché la Fondazione ADAC ha sostenuto concettualmente e finanziariamente questo progetto di ricerca innovativo sin dall’inizio. Attendiamo ora con entusiasmo la prova pratica.

Perché i risultati dello studio scientifico rendono chiaro che i multicotteri con equipaggio, in qualità di soccorritori veloci, possono già contribuire a risolvere questo grave problema nel prossimo futuro “.

Il progetto di testing è previsto dal 2023 e dovrebbe svolgersi nelle due regioni modello dei test precedenti: in Baviera nell’area di servizio di soccorso Ansbach presso la stazione di soccorso aereo ADAC a Dinkelsbühl, in Renania-Palatinato, in una nuova località puramente multirotore nella regione di Idar-Oberstein.

Drone ambulanza ha problemi di autonomia, multicottero con equipaggio dimostra stabilità, rapidità e…percorribilità economica!

Lo studio dimostra, più di tutto, questo: che i multicotteri, in un raggio operativo di 25-30 km, sono decisamente efficaci. Inseriti in un contesto operativo, scaricherebbero gli elicotteri 118 (traslando naturalmente l’esperienza tedesca all’emergenza italiana) da tutta una serie di operazioni di volo.

Il multicottero si è dimostrato, per intuibili motivi, più rapido e stabile: questo rende il lavoro dei medici emergentisti e dei soccorritori più efficace.

“Oltre ai requisiti medici e tecnici per un’operazione di prova – si legge anche sul sito di ADAC -, è stata esaminata anche l’efficienza economica.

Il messaggio più importante su questo: i creatori dello studio ritengono che sia possibile un funzionamento conveniente.

I costi per questo sono piuttosto bassi rispetto ai requisiti di investimento generalmente elevati nel sistema sanitario.

Lo studio ha anche esaminato la fattibilità giuridica.

Non si vedono ostacoli insormontabili ai sensi della legge sull’aviazione o del servizio di soccorso.

Lo studio mostra gli adeguamenti necessari.

Per poter migliorare il servizio di soccorso in modo rilevante per il sistema, le questioni legali aperte dovrebbero essere chiarite in una fase iniziale, secondo il messaggio del project manager alla politica e alle autorità aeronautiche.

Da una prospettiva sociale, le nuove tecnologie nella tecnologia dell’aviazione possono aiutare a espandere ulteriormente la Germania come luogo di innovazione, affermano gli esperti.

L’utilizzo di multicotteri nel servizio di soccorso potrebbe fungere da incubatore per altri possibili usi di questa tecnologia.

Inoltre, gli Stati possono anche beneficiare di queste nuove tecnologie per le quali gli elicotteri per il servizio di soccorso erano in precedenza inimmaginabili o inaccessibili.

In Germania, sulla base dei risultati della ricerca e dello stato degli sviluppi tecnici, è possibile creare una rete nazionale fino a 250 stazioni multicotteri entro il 2050, secondo le previsioni ottimistiche del project manager”.

Leggi lo studio condotto sul multicottero:

Multikopter_im_Rettungsdienst_-_Machbarkeitsstudie_-_ADAC_Luftrettung

Per approfondire su drone ambulanza ed elisoccorso:

Cina, il futuro dell’ambulanza è il drone? Ambular è già utilizzato tra ospedali per la gestione dell’emergenza COVID-19

Drone ambulanza, negli Stati Uniti completato il primo trasporto di sangue e tessuti senza pilota

Read the english article

Fonte dell’articolo:

Sito ufficiale ADAC Luftrettung

I commenti sono chiusi.