Liguria, prevenzione delle emergenze e salvaguardia del territorio insieme alla tecnologia di Leonardo

La Regione Liguria utilizzerà le competenze di Leonardo (ex Finmeccanica) per sviluppare dimostratori tecnologici avanzati e capaci di migliorare il training degli operatori per salvaguardare il territorio.
L’accordo è stato siglato dal Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, dal sindaco di Genova Marco Bucci, dal Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini e dall’amministratore delegato di Leonardo Alessandro Profumo.

Verranno individuate aree specifiche dove sviluppare progetti di monitoraggio ambientale e resilienza territoriale, cioè di programmazione sul lungo periodo, attraverso l’applicazione di tecnologie e strumenti innovativi a supporto della sicurezza e della salvaguardia dei cittadini. Tutto questo è stato definito dal Protocollo, che sarà di durata triennale e si strutturerà in linea con gli obiettivi dell’Agenda di Sostenibilità 2030 delle Nazioni Unite e con le principali direttive comunitarie in materia di sicurezza integrata e prevenzione dei rischi.

Nel dettaglio, Leonardo si impegna a mettere a disposizione degli Enti la propria esperienza per implementare specifiche soluzioni tecnologiche in diversi ambiti, quali monitoraggio del territorio, mobilità, servizi ai cittadini, sicurezza, efficienza energetica, tracciabilità delle merci, resilienza dei sistemi cyber. La società potrà, inoltre, collaborare con altri soggetti pubblici e privati, anche non presenti sul territorio regionale, nell’ottica di promuovere il territorio della Liguria come un polo di eccellenza dell’innovazione.

L’attuazione delle attività incluse nel Protocollo sarà assicurata da uno Steering Committee che individuerà le linee strategiche di sviluppo del programma, per estenderlo ad altri partner privati e istituzionali e, infine, per supportare le attività di promozione e sviluppo. “Con l’intesa odierna rinnoviamo il nostro impegno verso la Liguria e Genova – ha sottolineato Alessandro Profumo. “Leonardo offrirà le proprie competenze agli Enti locali per attivare il primo partenariato pubblico-privato in grado di supportare la sicurezza dei cittadini e del territorio ligure, una delle regioni di riferimento nel sistema produttivo della nostra azienda”.

“Oggi – ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – sigliamo un Protocollo d’intesa con cui mettiamo in filiera le capacità tecnologiche che Leonardo ha, e quelle che svilupperà nei mesi e negli anni a venire, non solo a disposizione degli enti locali e del sistema portuale della Liguria, ma dell’intero Paese, delle sue infrastrutture e del suo territorio”. Il sindaco Marco Bucci ha invece sottolineato il momento delicato e l’importanza di una collaborazione con un’istituzione storica come Leonardo – un momento campale per comprendere la necessità della tutela del territorio, del monitoraggio e della ristrutturazione delle opere pubbliche, per non pagare più lo scotto del ritardo infrastrutturale, endemico del territorio italiano.

Nella giornata di ieri, durante un’intervista, Marco Bucci ha anche indicato una data per l’inizio della demolizione del ponte Morandi a Genova. “Sarà il 15 dicembre – ha annunciato Bucci nella doppia veste di sindaco e Commissario per la Ricostruzione. “Abbiamo un progetto che prevede la partenza delle lettere di invito, secondo la diretta europea del 2014, l’elaborazione dei dati e la scelta del progetto entro la fine di novembre. I lavori partiranno appena il ponte sarà dissequestrato”, ha concluso il sindaco.

I commenti sono chiusi.