REAS, il benvenuto ai soccorritori dall’Ambulance Division del gruppo Olmedo

I costruttori di ambulanze italiani più importanti stanno preparando molte novità, ma solo il gruppo Olmedo con la sua Ambulance Division avrà 2 modelli completamente nuovi e un rilancio del modello di punta. Scopriamo cosa ci riserverà l'azienda reggiana con i brand Aricar e Ambitalia

  • Nuovi Spoiler Lumina per le ambulanze Volkswagen T6 Life V

  • Presentazione al grande pubblico del Ducato Life III

  • Cambio degli interni con il padiglione del vano sanitario nelle Ducato Life III e Volkswagen T6 Life V

  • Gamma di punta rinnovata sui Volkswagen Crafter con il QTX-K

I nuovi pannelli di controllo touchpad di Aricar e Ambitalia segnano un passaggio importante nella gestione dell’Olmedo Ambulance Division: maggiore qualità e integrazione, per affidabilità assoluta

Montichiari (Brescia) – Quali saranno le novità 2018 del REAS? Nel corso del 2017 l’arrivo in Italia del Volkswagen Crafter ha monopolizzato l’attenzione, e il successo di questo veicolo soprattutto negli allestimenti Ambitalia QTX è stato palpabile. Per questo motivo quest’ann  o il gruppo Olmedo ha deciso di ripartire e rilanciare la propria offerta, sia per la qualità che per la quantità delle nuove offerte presentate. Non è sfuggito ai più attenti il forte entusiasmo mostrato durante l’open day dell’Ambulance Division di giugno, quando erano già nell’aria i piani di presentazione delle nuove ambulanze Life III su base Fiat Ducato e Life V su base Transporter T6. Il veicolo di punta dell’azienda reggiana, il QTX-K su Crafter, sarà quindi affiancato da due nuovi prestanti “alfieri” del soccorso, capaci di rispondere alle esigenze di molte associazioni e realtà territoriali che devono affrontare le

Allestimenti diversi, sempre con l’occhio rivolto all’evoluzione e alla sicurezza. Per Aricar e Ambitalia gli sviluppi continuano ogni giorno

emergenze 118 nel migliore dei modi possibili.

Aricar e Ambitalia stanno pian piano andando verso una condivisione che mette insieme conoscenze storiche (più di 60 gli anni di storia degli Artigiani Riuniti Carrozzai) con idee rivoluzionarie e brevettate come il safety jacket o i sedili traslabili EN1789 “Easy Move”. L’unione delle linee produttive a Cavriago, in quella che è oggi il polo produttivo di ambulanze più grande d’Italia, ha garantito un nuovo salto in avanti nella costruzione e nella progettazione degli interni sanitari.

Gli interni, con le soluzioni più apprezzate di Aricar e di Ambitalia in un montaggio speciale che sottolinea come i sistemi stiano diventando sempre più interscambiabili

A dare il benvenuto allo stand di Aricar e Ambitalia saranno quindi proprio il Life III Ducato e la Life V T6, entrambe con nuovi padiglioni che migliorano comfort, gestione dei flussi di condizionamento, controllo delle opzioni medicali e illuminazione del paziente. Sugli esterni saranno ben riconoscibili i nuovi spoiler Lumina, studiati per rendere ancora più efficiente l’illuminazione della sede stradale e la visibilità a grande distanza, così da rendere meno stressante lavorare nei pressi dell’ambulanza ma più visibile, per chi sopraggiunge, la presenza del veicolo in codice di emergenza.

Per dare ancora più facilmente il segno di una fusione di intenti e di conoscenze, i mezzi delle linee Aricar e Ambitalia non saranno più separati, ma semplicemente alternati per poter valutare rapidamente, insieme ai commerciali dell’azienda, quali siano le differenze fra un veicolo e l’altro, e quali siano i plus che garantiscono agli operatori – a seconda della loro preprazione e delle necessità operative – i migliori standard di azione, al prezzo più corretto.

Gli interni, con i nuovi padiglioni studiati per garantire la massima capacità operativa e il miglior comofrt

Al centro dello Stand resterà ovviamente il QTX su Volkswagen Crafter, una scelta precisa di indirizzo da parte del Gruppo Olmedo, che ha studiato con attenzione gli adattamenti necessari affinché questa ambulanza rimanga nell’immaginario dei soccorritori come uno strumento davvero di altissima qualità per operare nelle emergenze pre-ospedaliere. Un veicolo certamente da provare perché – nonostante la trazione 4motion – il Crafter Ambitalia garantisce all’interno un’altezza di vano estremamente comofortevole per operare anche in piedi.

I commenti sono chiusi.