Trasporti d’urgenza, anche a Natale l’Aeronautica Militare aiuta a salvare neonati e italiani in difficoltà nel mondo

 

BIMBA DI DUE MESI BISOGNOSA DI CURE SPECIALISTICHE TRASPORTATA DA LONDRA CON UN VELIVOLO DELL’AERONAUTICA MILITARE

 

Falcon-900-Trasporto-Sanitario-660x330​​​E’ atterrato questo pomeriggio un Falcon 900 dell’Aeronautica Militare che ha trasportato una bimba di soli due mesi, affetta da una rara malattia e bisognosa di cure specialistiche, dall’aeroporto di Londra – Biggin Hill a quello di Brescia – Montichiari.

Il velivolo, appartenente al 31° Stormo di Ciampino, è decollato stamattina dall’aeroporto romano su ordine della Sala Situazioni di Vertice del Comando Squadra Aerea dell’Aeronautica Militare, a seguito della richiesta della Prefettura di Brescia. Il Falcon 900 ha trasportato anche una equipe medica specialistica per assistere la bambina durante l’intero viaggio.

Dopo aver imbarcato la bimba ed i genitori, il velivolo è ripartito alla volta di Montichiari, dove la piccola paziente è stata trasferita a bordo di una ambulanza alla struttura ospedaliera che presterà le cure specialistiche necessarie.

Gli aeromobili del 31° Stormo di Ciampino sono utilizzati per il trasporto di Stato e per missioni di pubblica utilità, quali il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati, di traumatizzati gravi e di organi per trapianti, nonché per interventi a favore di persone comunque in situazioni di rischio.

Dall’inizio dell’anno sono oltre 220 le missioni, più di 700 ore di volo per trasportare pazienti in difficoltà.

Il 60% circa dei pazienti trasportati in questi voli ha un’età compresa tra 0 e 3 anni.

Il servizio copre l’intero territorio nazionale, isole comprese, ed è a disposizione anche dei nostri connazionali all’estero, come in questo caso.

3d70f59d-6f34-42a0-b9fa-18ac0e67bde2005MediumMissioni di questo tipo necessitano della massima tempestività e l’Aeronautica Militare, attraverso i suoi Reparti di volo, mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità e in grado di operare in qualsiasi condizione meteorologica. Sono centinaia gli interventi di questo tipo ogni anno da parte dei velivoli dell’Aeronautica Militare, mezzi sempre pronti al decollo e che hanno la capacità di imbarcare equipe ed apparecchiature mediche e sanitarie specifiche, come ad esempio le culle termiche, o addirittura l’ambulanza con il paziente a bordo, come nel caso dei velivoli della 46^ Brigata Aerea di Pisa.

I commenti sono chiusi.