Affonda traghetto nelle Andamane: accuse di ritardo nei soccorsi

Cola a picco una barca piena di turisti nell’arcipelago delle Andamane e Nicobare, nel golfo del Bengala, India, provocando 21 vittime, 16 delle quali identificate, 1 disperso e 29 sopravvissuti. Il tragico incidente, tuttavia, lascia una scia di polemiche: secondo testimoni oculari, alcuni pescatori che incrociavano in zona che hanno partecipato attivamente alle operazioni di soccorso, le unità navali preposte al soccorso in mare hanno impiegato circa due ore per gungere sul luogo. Opposta la versione del governo che ha smentito le accuse di ritardo nei soccorsi dopo la tragedia. Un portavoce del governatore, ha dichiarato: “Abbiamo ottenuto informazioni su questo incidente alle 15:50 e alle 16:05, sono state inviate le squadre di soccorso. Alle 16:10 la polizia era sul luogo dell’incidente”.

La barca turistica capovolta tra Ross Island e North bay, a circa 2 chilometri al largo della costa di Andaman, è stata identificata come Aqua Marine: secondo le testimonianze dei sopravvissuti, molti di loro ricoverati negli ospedali della capitale, la nave stava tornando dall’isola di Viper quando un’esplosione è stata sentita da alcuni pescatori. Poco dopo la nave si sarebbe inclinata e capovolta, affondando velocemente. In uno scatto, pubblicato su Twitter proprio da un pescatore locale, si vede la nave inclinata in procinto di inabissarsi.

I commenti sono chiusi.