Armi chimiche siriane a Gioia Tauro, tutte le misure di sicurezza per lo smaltimento

E’ arrivata questa mattina alle ore 5 la nave danese Ark Futura che trasporta le armi chimiche siriane, destinate allo smaltimento tramite mezzi americani. Si tratta di circa 800 tonnellate di agenti chimici che saranno trasferiti sulla nave americana Cape Ray. Sono migliaia le persone che insistono sul luogo dell’evento, che ricade nel comune di San Ferdinando. Proprio l’amministrazione, in collaborazione con la Protezione Civile, ha diramato il manuale d’azione in caso di rischio chimico. Regole precise perché in caso di incidente la popolazione si possa mettere al sicuro e seguire le istruzioni per evacuare la zona. I rischi sono molti e l’area di Gioia Tauro è stata divisa in 3 zone di rischio. La nave danese Ark Futura ha 24 ore di tempo per scaricare le armi chimiche. Successivamente gli agenti contaminanti saranno neutralizzati – secondo il piano americano – nell’arco di 3 mesi in acque internazionali dentro al confine del Mar Mediterraneo, probabilmente fra la Grecia e l’isola di Malta.

Qui puoi scaricare il piano di emergenza chimica emesso dalla Protezione civile per il comune di San Ferdinando

I commenti sono chiusi.