Brucia ospizio in Canada: i soccorritori fronteggiano freddo e ghiaccio

Otto persone sono morte e circa 30 disperse nell’incendio che ha distrutto la struttura per anziani Residence du Havre nella piccola comunità di L’Isle-Verte, a circa 230 chilometri a nord est di Quebec City, Canada. Le rigide temperature esterne mettono a dura prova le squadre dei soccorritori impegnati tra le macerie, tanto che i team di polizia, vigili del fuoco e funzionari di ufficio del coroner lavorano su turni di 45 minuti e stanno usando macchine a vapore per sciogliere lo spesso strato di ghiaccio che imprigiona le macerie annerite.

Il portavoce della polizia Guy Lapointe ha detto che le squadre fermeranno le operazioni notturne, per evitare un’esposizione troppo lunga alle rigidissime temperature della costa orientale del Canada: “I nostri ragazzi sono esausti… le condizioni nelle quali stiamo lavorando sono molto, molto difficili, con temperature che scendono fino a -20°“. Ancora ignote le cause che hanno scatenato il devastante incendio: secondo i soccorritori, non è chiaro se il numero dei dispersi è destinato a salire o scendere, visto che al momento del rogo non si conosceva l’esatto numero dei residenti nella struttura.

I commenti sono chiusi.