Caldo e vento, in Sardegna tornano le fiamme

Fiamme in Sardegna, Canadair a Carloforte

Con il caldo e il vento sono tornati gli incendi in Sardegna. Ieri sono stati tre i focolai, ma il fronte più cospicuo è stato segnalato a Carloforte, a Punta delle Oche dove, oltre alle squadre di terra, sono dovuti intervenire due elicotteri e un Canadair.

In Sardegna tornano le fiamme, complici le temperature che salgono e un forte vento di scirocco che ha soffiato, ieri, incessantemente sull’isola. E proprio ieri sono stati tre i focolai segnalati, che hanno impegnato le squadre di terra, Protezione Civile, Corpo Forestale, Vigili del Fuoco e volontari. Un incendio di sterpaglie è divampato a Monti, in Gallura. Per domarlo è stato richiesto l’intervento di un elicottero. Poi un altro incendio di sterpaglie anche a Uta, nel cagliaritano, dove le squadre a terra hanno richiesto l’intervento di due elicotteri. Ma il fronte più importante è stato quello di Carloforte (Carbonia-Iglesias), a Punta delle Oche, dove le squadre di terra hanno dovuto chiedere l’intervento di due elicotteri e di un Canadair per domare le fiamme. Ramificandosi in più direzioni, le fiamme hanno distrutto quattro/cinque ettari di terreno verde, minacciando anche alcune case. Per precauzione, sono state evacuate alcune persone che risiedevano nei paraggi ed è stata chiusa la strada Mamerosso – Guardia Mori. Solo in serata le fiamme sono state domate. Al momento non si registrano danni alle persone o alle cose, ma per i bagnanti che trascorrevano la giornata al mare non è stata una domenica tranquilla

Vedi  l’articolo

I commenti sono chiusi.