Croce Rossa Roma e Campus Bio-Medico, firmato accordo di collaborazione per il DEA

Roma, 5 dicembre 2019 – E’ stato siglato oggi nella Giornata Internazionale del Volontariato, l’accordo tra la Croce Rossa di Roma e il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico.

 

Esso sarà attivo da gennaio 2020 e che prevede la collaborazione volontaristica di 30 infermiere volontarie diplomate e/o allieve e 30 volontari della CRI di Roma che saranno operativi presso il nuovo Dipartimento di Emergenza e Accettazione della struttura ospedaliera universitaria della Capitale.

L’accordo ha visto la firma di Debora Diodati, Presidente di CRI Roma e del Direttore Generale del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Paolo Sormani.

Alla firma erano presenti anche l’Ispettrice Provinciale delle Infermiere Volontarie, Sorella Eleonora Brugnone, che, insieme al Direttore della Direzione Assistenziale Professioni Sanitarie e Professore Associato dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, Daniela Tartaglini, ha organizzato per l’occasione un convegno per esplorare le forme di interazione tra volontari e strutture sanitarie a favore della qualità dell’accoglienza delle persone in ospedale.

L’incontro dal titolo “Insieme per accogliere, confortare e assistere il cittadino in situazioni di emergenza–urgenza” inaugura l’inizio di una collaborazione fondata su principi condivisi: accoglienza, conforto e assistenza del cittadino in situazioni di emergenza-urgenza.

Hanno partecipato: il Presidente dell’Università, Felice Barela, il Presidente di CRI Lazio, Adriano De Nardis, Debora Diodati, Presidente di CRI Roma, la Vice Ispettrice Nazionale delle Infermiere Volontarie Sorella Fabiola Meleo, il Segretario Generale Vicario della CRI Cristiana Mei. Oltre ai relatori: il Direttore Generale del Policlinico, Paolo Sormani, il Direttore Sanitario, Lorenzo Sommella, il Direttore della Direzione Assistenziale Professioni Sanitarie e Professore Associato, Daniela Tartaglini, Sorella Giulia Clarizio, referente del Diritto Internazionale Umanitario della Croce Rossa di Roma.

“A operare all’interno del Policlinico saranno 30 infermiere volontarie o allieve e 30 volontari di CRI Roma. Per le crocerossine che con la loro attività di volontariato supporteranno l’attività infermieristica questo varrà anche come tirocinio formativo per le allieve. I volontari supporteranno i pazienti negli spostamenti e nell’assistenza in generale, anche in previsione dell’imminente apertura del Pronto Soccorso” – dice Debora Diodati che non nasconde la sua soddisfazione per quella che definisce “una collaborazione che vedrà il volontariato in prima linea nel dare sostegno e conforto alle persone in cura presso il Policlinico, dando modo a tante persone di trovare nella Croce Rossa un punto di riferimento e un sostegno nel solco della migliore tradizione del volontariato di Croce Rossa in campo sanitario”.

“La collaborazione con Croce Rossa si inserisce a pieno titolo nel progetto di realizzazione del nuovo Dipartimento Emergenza Accettazione che vedrà la luce nella prossima primavera. Il Pronto Soccorso nasce con l’obiettivo di abbinare le più moderne tecnologie disponibili e la più alta competenza medica e infermieristica a una accoglienza dei pazienti e dei loro familiari che è essa stessa parte della cura” dichiara Paolo Sormani che, sull’accordo in firma nella giornata mondiale del volontariato, aggiunge “quella con Croce Rossa è una alleanza strutturata, costruita sui valori comuni delle nostre istituzioni, in un contesto – come il Policlinico Universitario – in cui il volontariato ha una solida tradizione”.

I lavori hanno poi visto un workshop sull’importanza del volontariato all’interno di un Dipartimento di Emergenza e Accettazione in cui Adolfo Pagnanelli, direttore DEA, Federica Sambuco, Direttore Medico UOC-DEA, e Tiziana Marano, coordinatrice infermieristica hanno parlato degli aspetti organizzativi, clinico-assistenziali e formativi. A seguire gli interventi di Sorella Benedetta Colasanti della CRI, sul ruolo delle infermiere volontarie, di Gonzalo Castro Cedeno, dell’area sanitaria Caritas, di Barbara Cannelli, responsabile della comunità di Sant’Egidio di Roma sud, di Gemma Berta, volontaria al Policlinico, e di Claudia Bedetti, House Manager presso Casamica Housing Social.

I commenti sono chiusi.