Elisoccorso di Bari: perché l’elicottero non ha potuto atterrare in piazzola?

“Scusi dov’è il policlinico?” E’ l’ipotetica domanda che il giornale Repubblica mette in bocca ai piloti dell’elisoccorso di Catanzaro, che hanno effettuato un atterraggio in un campo incolto nelle vicinanze della struttura ospedaliera di Bari. Una domanda ironica (per non dire altro, dal tono della ricostruzione, che da la colpa dell’atterraggio al pilota incapace di individuare la piazzola di atterraggio) che butta in ridere una questione non del tutto ancora chiarita.

Il video pubblicato e recuperato da Silvia Dipinto riguarda il trasporto di un ustionato in attesa di intervento di chirurgia plastica. L’uomo era stato colpito da una fiammata improvvisa sulla sua barca al largo di Tropea, dove era stato ricoverato temporaneamente. Il trasporto a Bari è avvenuto quindi tramite elisoccorso. Ma per qualche motivo – non ancora emerso in maniera chiara – l’atterraggio sulla piazzola di Bari non è stato possibile. Per questo l’elicottero ha effettuato un atterraggio non previsto in una zona esterna al policlinico, dove ad attendere il ferito c’era un’ambulanza attrezzata per effettuare il trasbordo.
Rimane da capire perché un elicottero sanitario non ha potuto effettuare un atterraggio nella piazzola del policlinico di Bari. La piazzola per caso era chiusa o irraggiungibile? C’era un altro velivolo in volo o in stazionamento? Domande a cui per il momento non c’è risposta.

I commenti sono chiusi.