Emergenza-Covid-19, la Protezione Civile del Lazio raccoglie fondi per la lotta al coronavirus

Molti ospedali italiani, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, hanno chiesto alla Protezione Civile di fornire loro delle strutture sanitarie campali destinate al primo contatto con i pazienti che hanno contratto il Coronavirus.

Infatti, le tende adibite al cosiddetto “Pre-Triage” allestite fuori dagli ospedali sono di fondamentale importanza per evitare che i pazienti infettati entrino nel Pronto Soccorso e contagino gli altri pazienti e gli operatori sanitari.

Il progetto che Prociv Italia Coordinamento Lazio sta portando avanti prevede l’acquisto di una tenda specialistica idonea al Pre-Triage utilizzabile anche in emergenze sanitarie con caratteristiche diverse da quella che stiamo vivendo attualmente.

Covid-19 e Protezione Civile: le tende da Pre-Triage

La tenda in questione avrà una dotazione interna di base utile per qualsiasi tipologia di emergenza e sarà veloce e facile da montare, impiegabile su qualsiasi tipo di terreno o contesto ambientale, resistente agli agenti atmosferici e durevole nel tempo.

Prociv Italia Coordinamento Lazio ha scelto di raccogliere fondi utili all’acquisto di questo materiale sanitario e si occuperà di ricevere i fondi donati, facendosi carico di comprare le dotazioni sanitarie sopracitate, per metterle a disposizione del Servizio Nazionale di Protezione Civile.

Crediamo fortemente nel valore di rimanere vicini e uniti, soprattutto in questo momento difficile, perché solo l’amore e la solidarietà possono colmare e annullare quella distanza fisica che ora ci viene imposta.

“Restiamo uniti nella sofferenza”: l’appello accorato del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella non deve essere disatteso da nessuno in questo momento così grave e difficile per il nostro Paese.

È il momento della responsabilità.

Bisogna mettere in campo ogni intervento possibile e straordinario per affrontare questa terribile emergenza sanitaria.

Dobbiamo aiutare chi ci aiuta e come Volontari di Protezione Civile sentiamo ancora di più la necessità di dotarci di quegli strumenti che serviranno un domani a salvare il bene più prezioso: la Vita umana. Dobbiamo essere orgogliosi del lavoro instancabile di medici, infermieri e dell’intera struttura nazionale di assistenza.

Sono loro, oggi, i nostri “angeli” che si stanno prendendo cura dei tanti malati, soprattutto dei nostri concittadini più anziani.

Covid-19 e Protezione Civile: i volontari

Gli addetti al nostro Servizio Sanitario Nazionale affrontano, oramai da più di un mese, turni di lavoro massacranti e rischi personali enormi per fronteggiare una situazione emergenziale così inedita e grave. Tutti siamo partecipi del dolore delle famiglie che hanno perso un loro caro a causa del virus e siamo solidalmente vicini alle tante persone che si sono ammalate. Uniamo le forze per le emergenze, insieme ce la faremo!

I commenti sono chiusi.