Emergenza Meteo, nuova allerta della Protezione Civile per il 10 Luglio

Continua la fase di attenzione e allerta della Protezione Civile per il Nord Italia, con un’estensione della zona di rischio idrogeologico al centro del Paese. Ecco il comunicato e le zone più colpite dalle piogge delle prossime 48 ore.

 

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle aree pianeggianti di Veneto e Friuli Venezia Giulia e sull’Emilia-Romagna orientale, con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, sull’Emilia-Romagna centrale, sulla Toscana orientale e sulle Marche settentrionali, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, zone alpine del Piemonte, settori alpini e prealpini della Lombardia, Trentino, Liguria di Levante, restanti zone di Emilia-Romagna, Toscana e Marche e su Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Basilicata tirrenica, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati, specie sulle zone interne e montuose del centro-nord.
Visibilità: nessun fenomeno di rilievo.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: forti dai quadranti occidentali, su Sardegna, Sicilia, zone costiere del Lazio e regioni meridionali peninsulari, con raffiche fino a burrasca sulla Sardegna.
Mari: agitati o molto agitati, il Mare di Sardegna ed i mari circostanti le Bocche di Bonifacio; molto mossi i restanti bacini occidentali.

 

PER LA GIORNATA DI DOMANI, GIOVEDÌ 10 LUGLIO 2014:
MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU:
LOMBARDIA: Nordovest;

MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU:
FRIULI VENEZIA GIULIA: Bacino del Tagliamento, Pianura di Udine-Gorizia-Trieste, Bacino del Livenza;

ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU:
EMILIA ROMAGNA: Pianura di Modena e Reggio Emilia, Pianura di Bologna e Ferrara;
LOMBARDIA: Pianura Occidentale;

ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU:
ABRUZZO: Marsica, Bacini Tordino-Vomano, Bacino Basso del Pescara, Bacino Alto del Pescara, Bacino del Sangro;
BASILICATA: Bacini Agri-Sinni;
CAMPANIA: Alta Irpinia, Sannio, Alto Volturno, Matese, Basso Cilento, Piana del Sele, Alto Cilento, Tusciano, Alto Sele, Penisola Sorrentino – Amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini, Piana Campana, Napoli e Isole, Area Vesuviana, Tanagro;
EMILIA ROMAGNA: Bacino montano del Reno, Bacini montani dei Fiumi Romagnoli, Bacini montani di Parma, Taro e Trebbia, Bacini montani di Panaro, Secchia ed Enza, Pianura di Forlì e Ravenna, Pianura di Parma e Piacenza;
LAZIO: Bacino Medio Tevere, Roma, Appennino di Rieti, Bacini Costieri Sud, Aniene, Bacino del Liri, Bacini Costieri Nord;
LOMBARDIA: Prealpi Centrali, Garda – Valcamonica;
MARCHE: Appennino Marchigiano Meridionale, Pianura Marchigiana Settentrionale, Pianura Marchigiana Meridionale, Appennino Marchigiano Settentrionale;
MOLISE: Alto Volturno – Medio Sangro, Litoranea, Frentani-Sannio Matese;
TOSCANA: RenoSanterno, Serchio, Basso Serchio, Magra, FoceArno, Versilia, Isole, OmbroneBisenzio, Sieve, Cecina, Elsa, OmbroneGR, Cornia, GrevePesa, ValdMed, ValdInf, Era;
UMBRIA: Nera Corno, Chiani Paglia, Medio Tevere, Trasimeno Nestore, Alto Tevere, Chiascio Topino Marroggia;
VENETO: Adige – Garda e monti Lessini, Po, Fissero – Tartaro – Canalbianco e Basso Adige, Alto Brenta – Bacchiglione, Alto Piave, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in Laguna, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Brenta – Bacchiglione;

I commenti sono chiusi.